Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Cleptomania? (125162)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 537 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adriana 53

Ho 53 anni e sono una mamma di due splendide ragazze. La grande 20 anni, la piccola 16. Sono separata da 4 anni. Mi auguravo che per le mie bambine non dovesse esserci un trauma esagerato. Il mio vero problema è la mia piccolina di 16 anni. Allora ne aveva poco più di 11. Già da piccolina (8-9 anni) aveva il vizio di "rubare" soldi dal portafoglio di papà o di mamma. Da qualche tempo la situazione è decisamente peggiorata Forse è arrivata a rubare anche i miei gioielli e quelli di sua sorella. Sono tremendamente preoccupata e non riesco a capacitarmi che la mia bambina, così bella con quegli occhi così blu, sia una spudorata ladra. Eppure solo lei poteva arrivare. Nel suo portafoglio, di studente delle scuole superiori, ci sono più di cinquecento euro. Che nè io nè suo padre certemente le abbiamo dato. Ogni giorno spariscono soldi. Al padre o alla sorella. A me è sparito l'oro. E' bella ma forse si sopravvaluta. Vuole fare concorsi e sfilate. Le piacciono i trucchi, i profumi, eppure si fa passare per la più innocente e se la guardi negli occhi, fai fatica ad accusarla, anche se tutto è contro di lei. Come quando da piccola rubava di nascosto le monete alla nonna pensando di non essere scoperta e invece la nonna sentiva il tintinnio delle monete mosse. Lei nega anche l'evidenza e ti fa sentire una carogna. Si mette a piangere e io non so che fare. Aiutatemi, per favore.

La cleptomania si inquadra nei disturbi ossessivo compulsivi (impulso non controllato) ad appropriarsi di oggetti non necessariamente di valore. Tale disturbo è più frequente nell'adolescenza e può essere causato da vissuti di rabbia e sfida (tipici di questo periodo) che attraverso questa condotta l'adolescente mette in atto. La causa, o meglio dire la concausa, è data dunque dalla sensazione di privazione o deprivazione e il sentirsi (a torto o a ragione) non giustamente valorizzati. Dalle sue parole appare una situazione che merita di essere ulteriormente approfondita. Cioè una certa tendenza "manipolatoria" della ragazza che – contando sul suo fascino e sul fare innocente riesce a evitare punizioni e mettere gli altri in difficlotà. Inoltre mi sembra di intravedere la tendenza ad una pericolosa auto esaltazione megalomanica della personalità che rischia di provocare altrettanto pericolose connivenze ed invischiamenti in chi le sta vicino: sono bella, voglio fare le sfilate, piango, nego anche l'evidenza e posso manipolare chi mi sta intorno. Il rischio è che nessuno riesca a metterla con chiarezza davanti alle sue responsabilità. Cordiali saluti

(risponde il Dott. Orazio Caruso)

Pubblicato in data 18/11/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni