Pubblicità

complicata situazione affettiva (43305)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 209 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima, 18anni (15.9.2001)

Salve dottore,sono una ragazza diciottenne che le scrive per illustrarle una situazione personale abbastanza complicata. Lo scorso anno mi è capitato di innamorarmi di una mia insegnante con la quale avevo instaurato un rapporto di affetto e comprensione,al punto da non poter più stare senza di lei. La cosa è diventata morbosa e quasi ossessiva,con un coinvolgimento emotivo direi inverosimile per un'adolescente come me. Questo innamoramento mi faceva stare molto male,quasi come se avessi avuto la certezza di non poter mai trovare in lei quello che cercavo.
Dal momento che mi sono dichiarata lei non ha voluto più mantenere alcun contatto con me e da allora l'ho persa. Nel frattempo frequentavo una psicologa che prestava servizio nella mia scuola che mi ha guidato nell'affrontare questa situazione. Come già da me ipotizzato ora provo un affetto molto coinvolgente anche verso di lei.Posso affermare il fatto che forse un giorno mi innamorerò di questa psicologa tanto quanto lo ero della mia insegnante. Potrebbe trattarsi di un semplice problema di omosessualità? Oppure di ricerca di una figura materna? O ancora l'affermazione della propria identità? E per quanto ancora si protrarrà questo mio comportamento che causa soltanto molta sofferenza e dolore?Se le è possibile rispondere le sarei molto grata.Può capire che per me si tratta di una questione attorno alla quale ruota la mia intera vita e le mie emozioni più profonde.
Grazie

Lei sta affrontando , come è normale per la sua età, un problema di identità: nel tentativo di definire cosa è ora ( non è più la ragazzina di qualche anno fa ma non è ancora una donna indipendente dalla famiglia, con una casa, un lavoro,ecc) lei affronta le sue pulsioni omosessuali e le proietta su figure materne significative, come l'insegnante e la psicologa. Sono sicura che con l'aiuto di quest'ultima (con la quale la invito comunque a mantenere il rapporto) saprà,con il tempo, riconoscere la sua identità ed indirizzare le sue esigenze affettive e sessuali non più su donne "schermo" ma su persone sue coetanee in grado di darle una relazione densa di reciprocità.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

News Letters

0
condivisioni