Pubblicità

Crisi (014354)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 174 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandro, 18 anni

Sono un ragazzo di 18 anni e sto con una ragazza della mia classe da ormai 2 anni. In questi 2 anni le ho dato tutto l' amore possibile ma le ho fatto passare anche dei momenti poco felici a causa della mia esagerata gelosia. Per tutte le ossessioni che le ho dato lei ha pianto molte volte e ha avuto anche uno svenimento e molte volte si è sentita poco bene ( non so se dipenda esclusivamente da me) . Lei ha sempre saputo gestire con maturità ogni momento della nostra storia mentre io le ho sempre vietato di fare qualsiasi cosa (dal parlare con i nostri compagni di classe all' uscire con le sue amiche). Ora mi ha chiesto un periodo in cui vuole stare da sola, uscire con le sue amiche, capire quello che vuole, e fare tutto ciò che non ha potuto fare in questi 2 anni.
Oggi sono 3 giorni che non ci sentiamo e io sto soffrendo tantissimo. Tutti mi dicono che per provare a recuperare il nostro rapporto devo rispettare questo momento e non farmi sentire. Ma è troppo difficile per me anche perchè la devo vedere in classe ogni giorno. Ed è una tortura. Ho bisogno assolutamente di un consiglio da parte vostra. Vi prego di rispondermi.Cordiali saluti

Gentile Alessandro,la storia con la tua ragazza è stata caratterizzata da una grande esclusività, come se tu avessi avuto un grande bisogno di lei, di sentirti amato, l'unico, prendendo tutti gli spazi possibili. Cosa che lei ha accettato e condiviso con te. Lei adesso ti ha chiesto di avere degli spazi solo per lei, e tu sei andato in crisi. Da chi hai imparato a relazionarti così? Quanti spazi ti concedono in famiglia? Anche i tuoi genitori fanno così con te? Hai voglia di avere la sua stessa libertà? Ti faccio queste domande perchè solitamente si entra in crisi quando nella coppia uno dei due riesce a chiedere (a se stesso ed agli altri) degli spazi per sè, e l'altro non riesce a fare lo stesso. Io penso che tu possa stare male per questo, perchè vedi che lei riesce a fare quello che tu vuoi ma non osi. Bisognerebbe capire come questo succeda. Puoi decidere di lavorare su questo con un esperto, cosa che io ti consiglio per poter prenderti i tuoi spazi anche per te, e a quel punto, se vuoi,
magari ridiscutere il rapporto con lei. Cordiali saluti.

( risponde il dott. Luca Saita )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia / adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

News Letters

0
condivisioni