Pubblicità

Depressione causata dalla scuola (129451)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 382 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandro 15

Salve, mi chiamo Alessadro ed ho 15 anni. Ho un problema abbastanza grave almeno per me, ho un'idecisione che mi porta alla depressione: faccio il primo superiore, sono stato bocciato l'anno scorso e sto rifacendo il primo. Io nella scuola non trovo stimoli per studiare e quidni per restare, anche se so che ritirandomi deluderei molto i miei genitori, non ce la faccio a studiare e non so cosa fare se ritirarmi o no? Cosa devo fare per risolvere questa situazione che mi porta a giorni grigi in cui non parlo con nessuno.

Caro Alessandro, hai mai parlato con i tuoi di quello che provi? Forse dovresti farlo, ma senza litigare e senza farla sembrare una botta di testa o una mancanza di volontà nello svolgimento dei tuoi doveri di alunno. Prova a dire loro che a scuola ci stai male, che credi di non esserci portato, che ti sentiresti meglio lavorando anzichè studiando. Certamente la loro reazione iniziale sarà di disappunto, ma poi cercheranno di capire le tue ragioni, se farai loro discorsi da persona responsabile che ha ponderato bene la situazione.

(risponde la Dott.ssa Agnese Tiziana Magno )

Pubblicato in data 28/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters

0
condivisioni