Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Dipendenza da Internet (015562)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 301 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberto, 58 anni

Mia figlia piu' grande di quasi 19 anni sta tutto il giorno davanti al computer a giocare con un gioco on line, chattare, ecc.Noi genitori siamo molto preoccupati.....quest' anno, giunta al 5° anno del liceo classico, si è ritirata dalla scuola. Il suo stile di vita è diventato questo: si alza verso le 13,30 e subito si siede al computer per rimanervi, ininterottamente sino alle 2 ~ 3 di notte. Ogni giorno...Da un anno....Ora non esce più di casa. Ha abbandonato quasi ogni contatto con i compagni di scuola. Abbiamo provato a chiederle che cosa ha: dice che non le interessa più vivere ma solo "passare iltempo". Dice che esaminando la vita che ha vissuto non ha avuto nulla di buono, solo delusioni, tra cui una delusione importante di amicizia che le ha fatto crollare tutti i valori nei quali credeva sino a quel momento. Dice anche una frase sconvolgente:"Ciò che uno vuole non è ciò che può", nel senso che, anche se lei capisce che fa male a fare così e con la ragione vorrebbe tornare indietro, una forza la spinge invece a continuare.
E' sempre stata un po' cicciotella ma adesso è diventata molto obesa. Ho provato a dirle:"Guarda, vedi che ogni giorno ti stai rovinando....fai qualcosa....non fai movimento.....concepisci nell'arco della tua giornata almeno un piccolo spazio per fare altre cose.....vai a comprare....non è detto che noi vogliamo che tu debba per forza incontrare persone.....esci....non rifiutare il mondo,....il creato....non farlo per noi, ma solo per te stessa....per non ammalarti del tutto".Risposta:"Ormai è troppo tardi per tornare indietro....quando si superano certi limiti, non si può più tornare indietro. Se dipendesse da me mi sarei già uccisa.....faccio così per non darvi dispiaceri peggiori.....tutto intorno a me è nero e buio...". Quando dice queste cose ho notato che assume una fisionomia quasi distaccata da se stessa, metre il tono della voce si fa più impresonale e freddo.Durante la giornata si isola al computer e non parla quasi più nemmeno con sua sorella di 16 anni...Purtroppo non sappiamo cosa fare perchè come ho detto non vuole più uscire di casa. Legalmente credo non possiamo fare nulla....è maggiorenne. Cosa possiamo fare?

Gentile Roberto, non aspettate nemmeno un minuto, ed andate presso uno psicoterapeuta od un centro per le psicoterapie familiari. Prenda in mano la situazione, ed aiuti sua figlia e la sua famiglia in questo modo. Sua figlia è ancora giovane, è può recuparare l'anno perso e riprendere in mano la sua vita. Aiuti la sua famiglia e se stesso in questo modo. Non aspetti.
Cordiali saluti.

( risponde il dott. Luca Saita)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

La Serotonina

La serotonina (5-HT) è una triptamina, neurotrasmettitore monoaminico sintetizzato nei neuroni serotoninergici nel sistema nervoso centrale, nonché nelle cellul...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni