Pubblicità

Disagio (02101999)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 128 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Milena, 15 anni (2.10.99)

Salve! sono di nuovo Milena vi ricordate di me?.Spero di si.Ho capito che ciò che mi fa soffrire di + non è la scuola.Per me sono molto importanti gli amici e lo è anche fare esperienze nuove.Mi piace uscire e conoscere gente nuova.I miei genitori non mi fanno uscire tanto e sebbene io gli abbia parlato di quello che sento dentro loro continuano a rimanere sulle loro idee e sono irremovibili.A me piace molto uscire la sera e lo so che questo non lo fanno molte ragazze di 15 anni.Ma io vorrei tanto uscire.I miei genitori dicono che per "principio" una ragazza di 15 anni non dovrebbe uscire.Ma io ho presentato loro i miei amici ed hanno potuto vedere che sono tutti delle brave persone.Secondo voi questo "principio" è fondato?.A me quello dei miei genitori non sembra altro che autoritarismo.Questo loro atteggiamento mi ha fatto tanto soffrire e adesso ho paura di impazzire.Non sto scherzando ho paura che diventerò matta sul serio!ieri sera mi è venuta una terribile depressione e non ho dormito tutta la notte.Poi stamattina ho sentito una specie di confusione mentale per un'ora circa non mi ricordavo come mi chiamavo e neanche in che luogo mi trovavo ed ero a casa mia!.Stasera che è l'unica sera che posso uscire in tutta la settimana non sono uscita perchè mi sento "strana".Mi è venuta la paura di impazzire.

Ciao cara Milena certo che ci ricordiamo di te!!
Non pensiamo che quello descritto da te sia bieco autoritarismo, forse è il normale autoritarismo genitoriale al quale tu cerchi di opporti con tutte le tue forze perchè ora ti risulta difficile accettare il fatto che, da sola, ancora,"non puoi" prendere tutte le decisione che vorresti... E' una fase molto dura ed intensa la tua, molti di noi ci sono passati, ma ciò che ti suggeriamo è di conquistarti quell'autonomia, non esasperandoli troppo!!! Dai fiducia a loro e loro te ne daranno, rispettali e ti rispetteranno. E ciò che tu descrivi come <<paura di impazzire>> forse è solo quell'inquieta esuberanza che ti caratterizza: a quante cose pensi tutte in una volta? Comunque non credere di fare "un torto" ai tuoi genitori non uscendo nemmeno quando puoi, se io fossi in loro ne sarei solo contenta, da una parte, e, dall'altra, penserei che questo tuo atteggiamento è proprio di una persona un po' inaffidabile (l'esatto opposto che vorresti dimostrare, vero?).
Combatti con intelligenza le tue battaglie, non dimenticare...

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

News Letters

0
condivisioni