Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Fine di un rapporto (127740)

on . Postato in Adolescenza | Letto 178 volte

Laura 43

Salve, sono madre di 3 figli. Una di 18 anni, una di 15 anni ed una di 2 anni. La figlia maggiore ha avuto una relazione con un ragazzo per due anni. Un ragazzo particolarmente geloso che l'ha portata ad annullarsi psicologicamente, moralmente e fisicamente. Per due anni non ha avuto amici, rapporti con l'esterno. Esisteva solo lui. Dopo due anni ha trovato la forza per lasciarlo. Oggi a distanza di 3 mesi mia figlia e' in una crisi drastica. Dice di amarlo pazzamente ma ha paura di lui, che possa farle nuovamente male. Non sa cosa fare, ma il peggio e' che piange continuamente, non sorride mai, ha annullato quasi completamente il rapporto con la mamma, che era particolarmente intenso. Ho cercato di farle capire che la sua scelta forse è stata giusta ma risponde che lei sta molto male. Ho cercato di farla riflettere. Il ragazzo, oggi, le ripete continuamente che e' cambiato, che ha capito i suoi errori e che la ama piu' di ogni cosa. Lei è molto confusa, non reagisce, piange e dice continuamente di amarlo e di avere paura. Non so più cosa fare. E' dimagrita in tre mesi, 8 chili. E' assente, una ragazza completamente priva di vitalità. Ho anche provato a dirle di dargli un'altra possibilità. Di riprovare a stare con lui per vedere se la situazione è cambiata. Ma risponde che ha paura. Non so piu' cosa dirle. Vorrei avere un consiglio su come agire, parlare e consigliare. Sono senza armi e vorrei trovarne solo una per farle ricominciare un nuovo percorso di vita. Grazie.

Cara Laura, innanzitutto due cose: primo, le persone non cambiano così facilmente e rapidamente; secondo, non spinga sua figlia a tornare con un ragazzo che non la merita, perchè potrebbe non trovare più il coraggio che ha avuto adesso. Le stia accanto, e le suggerisca un consulto con una psicologa. Probabilmente sua figlia più che innamorata di questo ragazzo, ne è emotivamente dipendente. Nel suo caso il supporto di una psicologa l'aiuterà a svincolarsi da questo ragazzo e, soprattutto, a superare quanto le è accaduto. Probabilmente lei ha suggerito a sua figlia di dare un'altra possibilità al suo ex perchè non sa tutto quello che è successo tra loro. Magari sua figlia non ha avuto il coraggio di raccontarle tutto. Si ritenga fortunata ad avere una figlia tanto matura da aver avuto la forza e il coraggio di ribellarsi ad un "amore" che l'avrebbe portata a vivere una vita di lacrime nascoste. E che ne ha ancora tanto da resistere alla tentazione di tornare con lui. Le ripeto: il mio unico suggerimento è quello di starle vicino e fare in modo che si lasci aiutare da un esperto.

(risponde la Dott.ssa Agnese Tiziana Magno)

Pubblicato in data 10/12/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

News Letters