Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Fissazioni (145244)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 288 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Jamie 15

Salve, sono davvero fissata su molte cose. Partendo dall'aspetto esteriore, mi considero davvero brutta, ma le mie amiche e i ragazzi con cui sono stata mi dicono il contrario. Non so come posso fare, appena aquisto un poco di fiducia in me stessa ho un crollo e perdo la mia autostima, poi a volte non esco di casa perchè ho il terrore di essere guardata. Sono arrivata al puntoi da non riuscire a gurardarmi allo specchio perchè mi vedo grassa sulle gambe, ogni cosa che mi dicono di offensivo la considero vera, ad esempio un mio amico mi disse che avevo il naso brutto, da allora ho visto il mio naso brutto. Questo vale anche per i capelli e così via. Ogni volta che un ragazzo mi dice qualcosa cado in depressione, vorrei essere normale. Poi sono fissata e ogni cosa che faccio offendo Dio come se fosse la colpa di tutto, ho il terrore di andare all'inferno per le cose brutte che dico, come posso fare? Alle medie mi prendevano in giro per i capelli e piangevo. Sono diventata molto debole, come posso superare tutto? Mi aiuti, vorrei superare le mie fissazioni, cmq sono alta 1.57-58 e peso 47-48 kg, se vi serve una foto posso postarla, baci e mi aiuti, grazie. Un saluto.

Cara Jamie, scusa se ti ho fatto aspettare tanto per questa risposta. Mi sembri una ragazza sensibile, riflessiva e intelligente. Quante risorse che hai. A volte le ragazze così sensibili ed intelligenti, proprio per queste qualità, tendono a dare molta importanza a quello che gli altri fanno o dicono. E questo può portare a molta insicurezza, perché "gli altri" pensano ognuno a modo suo, e non si può dare retta a tutti (se do retta a uno, non la sto dando ad un altro). Ascoltare ciò che le persone hanno da dirci è importante, è segno di maturità ed intelligenza, avere un giudizio indipendente da tutto e da tutti non è sempre la cosa migliore. La questione sta nel trovare la giusta misura. Vorrei che tu mi scrivessi ancora, dicendomi con chi condividi questi tuoi sentimenti, se ne hai parlato con le tue amiche, i tuoi genitori, gli insegnanti o chi altro. Avere delle persone con cui ci sentiamo di aprirci e che ci aiutino a trovare soluzioni ai nostri crucci è importante per trovare la giusta misura di cui ti parlavo prima. Scrivimi ancora. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Lucia Banchelli)

Pubblicato in data 23/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Psicoterapia

La psicoterapia è una forma d’intervento terapeutico nei confronti di disturbi emotivi, comportamentali, ecc., condotto con tecniche psicologiche. La Psicote...

News Letters

0
condivisioni