Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Fratello che si rivolta con violenza (12718)

on . Postato in Adolescenza | Letto 110 volte

Flo, 27 anni

Ho 27 anni ed ho un fratello di 14. Nonostante mia madre disse, quando egli nacque che io non avrei mai dovuto fare da seconda mamma,il caso volle il contrario perchè la mà lavorava 20 ore su 24!così lui è cresciuto con un adolescente "ribelle" ma che cercava di insegnare la fantasia,ad apprezzare la natura,a vivere di cose semplici.poi me ne sono andata per l'università quando lui aveva 11 anni;ora sono di nuovo in casa coi miei e il fratellino passa circa 8 ore(e quando non ha scuola anche di più)alla playstation. Non sa niente,odia la scuola,con gli amici gioca alla play.io provo a spronarlo ad andare in bici,o fare un giro(noi stiamo in campagna)per scoprire la natura,osservare gli insetii..Capisco che le nuove generazioni sono diverse,però...E poi anche a mia madre che lavora,e a mio padre riferisco il suo comportamento e consiglio di dare più dialogo e amore,ma lo stress della vita sembra che li assorba troppoe loro sembrano non interessati alle mie opinioni:sono loro i genitori!!Oggi mio fratello ha esagerato!mi ha minacciato dicendomi che mi ammazza,era una bestia,mi ha messo le mani addosso(perchè anche se ha 14 anni,fisicamente sembra un 18enne ed è anche robusto)a me dispiace vederlo che si rovina di fronte ai giochini:mi devo fare gli affari miei?io vorrei un bel rapporto con questo fratello che poi crescerà.lui non vuole saperne.Addirittura mi dice"tu a 30 anni sei ancora in casa coi genitori",frase che ha sentito da mia madre..ma non è facile dopo l'università trovare subito lavoro e casa coi prezzi di oggi!ma lui che ne sa?e poi che gli frega?riporta solamente le frasi dei miei genitori che essi dicono in momenti sempre poco opportuni.devo andarmene di casa?oppure consigliare ai miei qualche seduta familiare dallo psicologo?Vi assicuro che ha un atteggiamento veramente esagerato e pieno di rabbia e violenza mio fratello!aiuto

Si sente ed è anche comprensibile la rabbia che provi per tuo fratello.Prova, per un attimo, a metterti nei suoi panni, ad immergerti nella sua adolescenza e nelle sue forme di ribellione, per capire qualcosa di più.Ciò non vuol dire che devi condividere tutto quello che fa, anzi, credo sia opportuno, almeno quando sei coinvolta direttamente in qualcosa, di rispondere in maniera chiara e decisa ai suoi comportamenti inaccettabili.Credo sia necessario anche parlare con i tuoi genitori ed entrare nel merito della questione che si sta delineando nel tuo rapporto con tuo fratello. Puoi esprimere direttamente tutto quello che stai vivendo e soffrendo a causa del comportamento di tuo fratello.Il dialogo con tutti i tuoi familiari, e il tentativo di capire quello che sta succedendo, è sempre la migliore risposta alla situazione di disagio.

(risponde il dott. Renato Vignati)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

News Letters