Pubblicità

Insicurezza (053342)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 202 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
AB 17, 14/10/2002

Ultimamente sono stata come in depressione per alcuni mesi e ho preso 3-4 kg di peso. non che sia obesa (1.63*59 kg) ma mi sento uno schifo e penso di continuo che sarebbe meglio se fossi anoressica. a volte penso al suicidio. piango. a volte non vorrei mangiare niente e a volte tutto. vorrei non essere viva. oltretutto ho dei problemi coi miei genitori ed in casa mi sento a disagio. l'inverno scorso mangiavo molto poco ed ero calata di peso velocemente; un periodo in cui però stavo malissimo. il mio ragazzo ha notato che anche quando sono felice lo sono poco; la mia allegria non dura mai molto e sono sempre triste. Non mi va più di avere rapporti sessuali. Mi preoccupa anche il fatto che con le pinzette levaciglia mi strappo dei peli fino a farmi male, a far uscire del sangue, a ferirmi la pelle come se fosse scorticata. Lo so che non sono cose belle da dire... Le cose che vorrei dire sono tante e farne un riassunto è difficile; vorrei essere perfetta ma non riesco a fare niente per migliorare. Non mi voglio accettare. Mi rendo conto che è ridicolo scrivere certe cose e rompere le scatole quando ci sono persone che hanno più bisogno di me di essere ascoltate, ma non ce la faccio proprio: sono triste.

RISPOSTA: Cara AB, hai fatto benissimo a scrivere e non dimenticare mai che anche tu hai diritto ad uno spazio e ad essere ascoltata come tutti. Stai attraversando un momento di crescita, ed evidentemente le relazioni su cui puoi contare non sono sufficienteemente adeguate per farti sentire sicura e felice. Noi in realtà stiamo bene, quando le persone che ci sono vicine ci fanno stare bene, e stiamo male, quando le persone importanti non riescono ad essere presenti. Occore, però, riuscire ad affrontare la cosa nella giusta maniera ed evitare accuratamente di mettersi in crisi e di sentirsi inadeguati. Tu in realtà non dovresti assolutamente pensare di avere qualcosa che non funziona e lasciarti andare a comportamenti e sentimenti masochistici e passivi, ma piuttosto dovresti incominciare a frequentare le persone che ti fanno sentire "bellissima", perchè ti considerano "bellissima". E se senti il bisogno di un sostegno più pregnante e continuativo non trascurare di pensare ad una psicoterapia.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni