Pubblicità

Mancanza e bisogno di amore (120306)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 223 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mauro 18

Mi chiedo in che mondo ingiusto e schifoso viviamo! Chi può permettere tutta questa sofferenza, solitudine, vuoto dentro? Se Dio provasse anche solo un po' di amore, compassione o pietà, non permetterebbe tutto questo. Perchè quando una persona è fragile, debole, ha poca fiducia in sè e soffre di tutto questo, perchè avrebbe tanto bisogno di amicizia, calore umano, comprensione e un po' di affetto viene solo ferita, rifiutata, usata e abbandonata da tutte le persone che incontra, che la fanno sentire uno schifo senza valore? Perchè quando una persona piena di qualità dentro di sè cerca dagli altri un po' d'affetto per sentirsi importante per qualcuno, tirare fuori il meglio di sè e vivere la propria vita e i propri sentimenti, perchè, perchè gli altri ti abbattono, ti feriscono? Ma soprattutto, perchè non viene mai accettata per quella che è quando è solo questo ciò di cui ha bisogno per sentirsi viva, un essere umano completo e libero? Quando sei una persona sicura di sè vieni accettata, apprezzata e hai molti amici anche se non vali niente; va bene non dico che è sbagliato ma la cosa brutta è che quando magari sei una persona fantastica o almeno decente, che ha come unica "colpa" quella di aver sofferto terribilmente della mancanza della mamma, del suo amore e delle sue coccole da quando sono nato, anche quando ne avevo davvero bisogno, in questo caso ti ritrovi solo, vuoto, senza un vero amico e nessuno ti vuole bene. La vita è ingiusta! Ma nulla potrà impedirmi di sognare e sperare! Vorrei tanto liberarmi da questo peso. Vorrei sentirmi amato e sapere di meritare amore per quello che sono e so, che da quel momento, nulla potrà più impedirmi di essere me stesso e vivere i miei rapporti con gli altri fino in fondo. Perchè la mancanza d'amore rende prigionieri mentre l'amore rende liberi! Grazie in anticipo per il vostro aiuto, grazie davvero!

Caro Mauro, anche se in questo momento vedi intorno a te solo nero, ricorda che sei ricco di potenzialità e risorse che trasparono anche dalla tua testimonianza. Quindi non devi rinunciare in niente, perchè come dice Goethe: "La rinuncia è un suicidio quotidiano". E' ora di alzare la testa e andare avanti perchè con le parole di Vince Lombardi: "Non conta tanto il fatto che tu venga buttato a terra, quanto il fatto che ti sappia rialzare". Se ne senti il bisogno non esitare a richiedere aiuto ad uno psicologo che possa realmente aiutarti a superare questo momento. Ti lascio con le parole di Tagore: "La lezione più importante che l'uomo possa imparare in vita sua non è che nel mondo esiste il dolore, ma che dipende da noi trarne profitto, che ci è consentito trasformarlo in gioia". Un saluto.

(risponde il Dott. Fabio Gherardelli)

Pubblicato in data 02/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

News Letters

0
condivisioni