Pubblicità

Non è così difficile... (50828)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 183 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Antonella, 18 anni, 21.06.02

Sento di vivere in un mondo fatato...tranquillo...dove so che quando voglio fare una cosa ho l'occasione di farla...ma il più delle volte sono solo errori...errori nei quali è comodo rifuggiarsi...perchè i miei genitori non capiscono che non ho del cattivo in me?..non sono come credono che io sia...mi odio è vero...ma è normale e lo so...non sono così stupida come voglio far pensare..quanti non...nel mio mondo non ce ne sono invece..come posso coinvolgere anche loro se ogni tentativo di dialogo va in fumo?...io non ho il temperamento per affrontarli e loro non credono in me..sto soltanto male quando sento i loro discorsi e così giorno dopo giorno continuo ad odiarmi...fino ad aver tentato il suicidio l'anno scorso...la cosa grave è che ora lo rifarei..per stare su un lettino e non sentir più nessuno..è come un vivere solo per pensare...non per affrontare il mondo..il mondo che tanto amavo...ma in me non c'è rancore o tristezza...solo paura di non fare ciò che desidero fare..forse un controsenso vista la mia parte iniziale di questa mail..adesso chiudo..così non vi annoio più! :p "desidererei" una vostra risposta perchè...mi sento un po confusa...

Cara Antonella, gli errori sono il sale della vita e devono costituire per ognuno di noi una piattaforma indispensabile per accedere ad una esperienza migliore. "Sbagliando si impara", e soprattutto si cresce e si diventa persone migliori. Sei sicuramente una bellissima persona, ed allora non arrenderti lasciandoti schiacciare dalle delusioni. Ricorda che troverai presto una tua dimensione di emancipazione; e non dare eccessiva importanza a quello che dicono i tuoi genitori, che evidentemente, è il caso di dire, sbagliano a loro volta.Vedrai che con un pò di coraggio e di ottimismo le cose finiranno con il prendere finalmente il verso giusto.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni