Pubblicità

Non so definirlo (067007)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 153 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ciro 17 anni, 4.10.2003

Da quando avevo undici anni soffro del seguente disturbo: mi arrotolo furiosamente i capelli tra le dita, fino a formare dei veri e propri pungiglioni.
Lo faccio quasi ininiterrottamente nel corso della giornata, il che mi rallenta negli studi, mi deconcentra, mi rende confuso e lento. A volte impiego un'ora d'orologio per comprendere una pagina di libro, scolastico o meno.
La cosa, insomma, è diventata da tempo un vero e proprio problema.
Inoltre soffro di piccole manie rituali (gesti scaramantici, allineamento di oggetti e altre piccole cose)che un po' mi preoccupano. Ci tengo a precisare che, però, a parte queste cose ( e a parte un carattere molto chiuso), la mia vita è abbastanza normale.
Anche negli studi, nonostante tutto, continuo ad avere buoni risultati. Tuttavia una risposta e un chiarimento sarebbero per me estremamente importanti.

Caro Ciro, alla tua età comportamenti rituali, come quelli che tu citi, sono molto frequenti e denotano soltanto un certo turbamento nello sviluppo della personalità, ossia qualcosa di molto frequente e diffuso anch'esso.
A volte sono soltanto crisi passeggere dovute alla difficoltà, tutta adolescenziale, di trovare una chiarezza nella propria identità interiore e una stabilità nei rapporti interpersonali.
A volte si tratta di elementi radicati nel carattere. Se il turbamento deriva invece, come è pure possibile, da uno stato di sofferenza interiore, può essere consigliabile il ricorso ad una serie di colloqui con lo psicologo, per far venire a galla i motivi reali del turbamento e per affrontarli e risolverli; la qual cosa può avvenire anche spontaneamente, ma è molto più facile se effettuata con l'aiuto di una persona esperta.
Anche nel caso di elementi caratteriali, può essere d'aiuto il colloquio, per stabilire che cosa è meglio fare nei confronti del problema ed evitare di appesantirsi ulteriormente con atteggiamenti o pensieri inadatti.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters

0
condivisioni