Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problema figlio (75005)

on . Postato in Adolescenza | Letto 170 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cari psicologi sono sposata da c.ca 12 anni ed ho 2 figli: uno di 1 anno e uno di 11.
Sono preoccupata per quello grande.
Devo premettere che quando era piccolo ha assistito a parecchi divervi fra me e il padre in cui quest'ultimo mi metteva parecchie volte le mani addosso ed in sua presenza mi umiliava
dicendo che ero una stupida, una inetta e tutte cose d questo tipo.
C'è da dire anche che mio marito mi ha conosciuto che soffrivo di gravi crisi di depressione. Purtroppo quando ero adolescente mio padre beveva e picchiava me e mia sorella e ci sottoponeva continuamente a torture di tipo psicologico anche lui del tipo sei un'incapace e via dicendo. Non ho mai avuto un granchè di vita sociale e ancora adesso ho parecchi problemi nel relazionarmi con gli altri. Molte volte ho dei blocchi in cui sto zitta e non riesco a dire niente.Sembra che mio marito abbia voluto prolungare il lavoro che mio paddre faceva con me.
MA VENIAMO AL PROBLEMA VERO E PROPRIO: mio figlio grande.
E' molto sensibile e piange spesso per un nonnulla ma quello che mi preoccupa di più è che si rivolge al piccolo in malo modo urlando di continuo e a volte facendogli anche male.
Ci scherza anche ma il più delle volte no.
Sono molto preoccupata: come devo comportarmi e come fargli capire che i + deboli nn vanno prevaricati e che questo nn è un comportamento normale da tenere?

Gentile signora, credo che quello che lei circoscrive come problema del foiglio maggiore sia da estendere all'intera famiglia. Il punto non è tanto o meglio "solo" far capire al ragazzo che i più deboli non vanno prevaricati, ma credo che la questione vada affrontata coinvolgendo tutti i membri della famiglia che versano in una condizione di disabgio e difficoltà, di cui il figlio più grande si è fatto carico, ponendosi nella scomoda posizione di "elemnto disturbante". Ma come ogni evento disturbanted ha un suo fine, quello di rendersi evidente, di segnalare e comunicare un disagio di cui non si riesce più a tollerare il peso. Immagino che il ragazo stia apiù livelli segnalando le sue difficoltà, e probabilmente un primo e immediato risultato lo ha ottenuto, dal momento che lei ha cominciato a fare una richiesta di aiuto contattando il sito di psicologia. Credo che la situazione sia abbastanza complessa e potrebbe affrontarla rivolgendosi di persona ad un esperto che potrà aiutare lei e la sua famiglia a fare un pò di chiarezza nella difficle situazione da lei accennata. Volevo, inoltre, aggiungere che le difficoltà tra i due figli vanno anche afrontate tenendo conto le "normali" gelosie che si scatenano con l'arrivo di un fratello, soprattutto quando per anni si è stati figli unici.
La saluto cordialmente augurandole di affrontare con serenità le difficoltà che in questo momento la affliggono.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o nar...

News Letters