Pubblicità

Psicologia, malessere (139352)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 255 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Alessandro 17

Salve ho 17 anni ed è da un po di tempo che non riesco ad uscire di casa, perchè ho molta ansia. Uso il computer parecchie ore al giorno , e facevo uso di cannabis, ma ora ho smesso però continuo a fumare sigarette. Ho notato che da qusta estate mi è aumentata la salivazione e ho il respiro sempre affannato. Inoltre, quando esco ho degli atteggiamenti strani e qundi le persone mi guardano in modo strano e mi sento a disagio. Sento come se tutti mi giudicassero. Inoltre, mi sono accorto che ho sempre lo sguardo serio e rido raramente non è che percaso sono andato in depressione? Ah! un'altra cosa è che a volte manco di concetrazione e anche se una persona mi sta parlando io non la ascolto e poi non so cosa rispondere. Vi prego aiutatemi non so cosa fare. Grazie

Alessandro, credo che tu abbia fatto un passo coraggioso scrivendo questa mail e chiedendo una mano. Coraggioso perché a volte quando si è in difficoltà,  sembra che ogni cosa non faccia che peggiorarci la situazione anziché darci una mano, sembra di non avere via d'uscita e non si sa a chi chiedere aiuto.Trovare il modo di chiedere cosa si può fare è l'inizio giusto per trovare una via d'uscita. Adesso si tratta di capire come proseguire ciò che hai iniziato. Io credo che tu possa rivolgere questa domanda ad uno psicologo o ad uno psicoterapeuta, cioè a qualcuno in grado di aiutarti a ritrovare la tua strada e la tua serenità. In quasi tutte le città ci sono consultori per adolescenti, che offrono anche uno spazio psicologico gratuito, in cui puoi portare i tuoi timori, i tuoi dubbi, le tue domande a qualcuno che è in grado di ascoltarle, comprenderle e trovare insieme a te delle soluzioni. In internet dovresti trovare le informazioni di cui hai bisogno. Se non troverai quello che cerchi, continua a cercare.

(Risponde la Dott.ssa Banchelli Lucia)

Pubblicato in data 27/10/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Coppia/Famiglia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters

0
condivisioni