Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Rapporti con gli altri (144611)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 222 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

18

Salve, vi scrivo perchè non so più cosa fare. Il problema è che ho difficoltà nell'instaurare rapporti con gli altri, anche di sola amicizia. Sono taciturna, non dico quasi mai ciò che penso e spesso mi sento dire: "ma tu non parli mai?" Ho poche amiche fidate (tutte ragazze) e qualche conoscente di sesso maschile, ma vorrei avere anche amici maschi; in verità vorrei solo avere più amiche/i. A scuola vado bene, non ho problemi, mi piace fare attività extrascolastiche. Nella mia classe mi considerano una persona allegra e dalla battuta facile; questo è vero, ma in realtà sono così solo con loro. Quando mi presentano qualcuno/a l'unica cosa che riesco a dire è il mio nome, per il resto più nulla. Ultimamente non ho neanche voglia di uscire con le mie amiche, ma vorrei conoscere persone nuove e dire addio alla monotonia. Va bene, volere è potere, ma come e cosa faccio? Pensi che ho pochi amici persino su facebook (la maggior parte sono conoscenti o sconosciuti). Inoltre, a quanto pare, nessun ragazzo è interessato a me, eppure sono una bella ragazza (almeno così credo). Vorrei dare una svolta alla mia vita. In famiglia non ho problemi e tutti appoggiano le mie scelte. Attendo una risposta, grazie in anticipo. Un saluto.

Cara non so il tuo nome perché non lo hai scritto. Mi sembra che tu stia andando alla grande, hai amici e amiche a scuola e su facebook, e occasioni in cui conoscere altre persone. I tuoi amici apprezzano la tua compagnia, fatta di riservatezza e di umorismo e allegria, che rarità. Più che altro mi sembra che tu abbia voglia di di conoscere gente nuova, e che tu scalpiti per questa voglia, forse ti piacerebbe anche avere rapporti più intimi, comunque stai cercando di vivere nuovi territori di amicizie. Non credo di avere molti consigli da darti, se non questo: se c'è stato qualche episodio in cui hai agito diversamente da come ti aspettavi, bene, sono esperienze che ti sei fatta. Se vuoi novità, devi aspettarti anche di conoscerti in modi nuovi. Abbi fiducia in te stessa e continua con le tue esplorazioni, in bocca in lupo. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Banchelli Lucia)

Pubblicato in data 23/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Paura di stare soli (153061543…

Alice, 25     Buongiorno, tra qualche mese andrò a convivere con il mio ragazzo ma quando ci penso non riesco a stare tranquilla. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni