Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Rapporti con gli altri (144611)

on . Postato in Adolescenza | Letto 194 volte

18

Salve, vi scrivo perchè non so più cosa fare. Il problema è che ho difficoltà nell'instaurare rapporti con gli altri, anche di sola amicizia. Sono taciturna, non dico quasi mai ciò che penso e spesso mi sento dire: "ma tu non parli mai?" Ho poche amiche fidate (tutte ragazze) e qualche conoscente di sesso maschile, ma vorrei avere anche amici maschi; in verità vorrei solo avere più amiche/i. A scuola vado bene, non ho problemi, mi piace fare attività extrascolastiche. Nella mia classe mi considerano una persona allegra e dalla battuta facile; questo è vero, ma in realtà sono così solo con loro. Quando mi presentano qualcuno/a l'unica cosa che riesco a dire è il mio nome, per il resto più nulla. Ultimamente non ho neanche voglia di uscire con le mie amiche, ma vorrei conoscere persone nuove e dire addio alla monotonia. Va bene, volere è potere, ma come e cosa faccio? Pensi che ho pochi amici persino su facebook (la maggior parte sono conoscenti o sconosciuti). Inoltre, a quanto pare, nessun ragazzo è interessato a me, eppure sono una bella ragazza (almeno così credo). Vorrei dare una svolta alla mia vita. In famiglia non ho problemi e tutti appoggiano le mie scelte. Attendo una risposta, grazie in anticipo. Un saluto.

Cara non so il tuo nome perché non lo hai scritto. Mi sembra che tu stia andando alla grande, hai amici e amiche a scuola e su facebook, e occasioni in cui conoscere altre persone. I tuoi amici apprezzano la tua compagnia, fatta di riservatezza e di umorismo e allegria, che rarità. Più che altro mi sembra che tu abbia voglia di di conoscere gente nuova, e che tu scalpiti per questa voglia, forse ti piacerebbe anche avere rapporti più intimi, comunque stai cercando di vivere nuovi territori di amicizie. Non credo di avere molti consigli da darti, se non questo: se c'è stato qualche episodio in cui hai agito diversamente da come ti aspettavi, bene, sono esperienze che ti sei fatta. Se vuoi novità, devi aspettarti anche di conoscerti in modi nuovi. Abbi fiducia in te stessa e continua con le tue esplorazioni, in bocca in lupo. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Banchelli Lucia)

Pubblicato in data 23/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

News Letters