Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Rapporti con un figlio adolescente (078386)

on . Postato in Adolescenza | Letto 157 volte

Patrizia, 42 anni

Mio figlio non riconosce più l'autorità dei suoi genitori ; ad esempio ad un rifiuto, sempre motivato, di qualsiasi genere, reagisce violentemente , spaccando quello che trovadavanti a sè. Noi , devo dire , abbiamo ceduto un pò alle sue richieste, pensando che magari si sarebbe calmato, ma le sue richieste sono sempre superiori: ad esempio se prima non gli permettevamo di dormire fuori, ora diventa un diritto. E' disordinato,non ascolta i nostri rimproveri (lavati prima di andare a letto, tieni in ordine le tue cose), è sempre in giro, dicendoci che: poichè esegue le sue cose a scuola, perchè non dovrebbe uscire! Così anche la sera , si era stabilito, che all'inizio della scuola non sarebbe più uscito, invece ha sempre qualche scusa e approfitta del fsatto che suona la batteria, dicendo che deve incidere un cd con il suo gruppo. Insomma è una lotta continua; non è capace di affrontare una discussione perchè subito si mette ad urlare. racconta bugie, e ruba i soldi in casa, non fa uso di droghe pesanti, ma secondo noi, fa un uso propositato di canne. Come possiamo comportarci per farci ascoltare? abbiamo provato in tutti i modi.

I rapporti con un figlio adolescente sono sempre difficili e, purtroppo, non esiste una ricetta valida in tutte le situazioni.
E' abbastanza normale che suo figlio cerchi di ribellarsi (anche le canne ne sono una testimonianza) per affermare se stesso nella propria personalità. E' una personalità ancora in costruzione che si definisce proprio attraverso le forme di contestazione alle norme sociali e alle regole familiari.
La cosa più difficile è, come scrive, "farsi ascoltare". E' necessario, in ogni caso, stabilire un dialogo, pur in mezzo ai comportamenti di intolleranza. E' necessario ritrovare la possibilità di parlarsi e raccontarsi quello che sta succedendo, evitando da parte dei genitori, di avere un atteggiamento rigido, altrimenti la reazione di rifiuto è scontata. L'atteggiamento giusto, o semplicemente più corretto, è quello dell'ascolto, evitando di dare giudizi precostituiti, di fare morali o prediche, di minacciare o ironizzare. Occorre aiutare suo figlio a parlare di come si sente, realizzando un clima di sicurezza e di accettazione e comprensione. Solo così si può ripristinare un dialogo costruttivo che aiuta suo figlio a crescere.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia/adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters