Pubblicità

Stress (145700)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 254 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carmen 15

Salve, sono una ragazza sensibile sin da piccolina ero abbastanza matura per la mia età. All'età di nove anni è morto un mio caro amico e compagno di scuola. Sono stata molto male a causa della sua scomparsa e ho perso la fede in Dio (anche se a nove anni non si può avere una fede profonda). A 13 anni sono iniziati i problemi. Dopo aver vissuto nove mesi bellissimi con il mio ragazzo ho perso l'autostima e sono sempre nervosa. Non volevo mangiare e andavo a letto presto perchè non volevo vivere le mie giornate tristi. Adesso ho sempre paura ogni volta che conosco un altro ragazzo e sono spesso giù e mi faccio dei complessi a volte inutili. Vorrei ritrovare la mia serenità. Pensa che io ci possa riuscire? La ringrazio per avermi ascoltato. Un saluto.

Cara Carmen, data la tua giovanissima età credo che tu possa risolvere pienamente le tue problematiche. Credo che la cosa importante sia comprendere cosa tu provassi per il tuo amico morto e come questa amicizia abbia influenzato le tue relazioni con le figure maschili. In bocca al lupo per il tuo cammino! Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Iacobelli Francesca)

Pubblicato in data 21/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Aerofobia

Con il termine aerofobia (o aviofobia) viene definita la paura di volare in aereo per via di uno stato d'ansia a livelli significativi. È definita come una pau...

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

News Letters

0
condivisioni