Pubblicità

Consulenza [1599577765688]

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 94 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

Bice84, 36 anni

domanda

Salve,

volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito.

Dice una marea di bugie su tutto, nega e mi da della pazza anche difronte l evidenza, sta giornate intere al pc a giocare a 40 anni, fa amicizie virtuali con donne su internet che non conosce, in passato era amministratore di un gruppo che aveva
come titolo seduzione ecc; critica sempre tutti, dicendo quello che è lui in realtà esempio( lui non lavora e dice che gli altri non fanno nulla).

Mi riempie di insulti gratuiti da mattina a sera se non gli sta bene una cosa, non fa nulla x cercare lavoro, cambia versione a distanza di poco tempo, non sa nemmeno lui cosa vuole. Se si infastidisce x qualcosa cambia personalità diventa un' altra persona e in quel momento non è consapevole di ciò che dice o fa.

Poi altro grosso problema è un mammone, fa tutto ciò che gli ordina la mamma e non possono passare più di due giorni senza vedersi.
Pensi che quest'estate ha preferito stare a casa con la madre piuttosto che venire 21 giorni in vacanza con me e il bambino di 4
anni!

Gentilmente potrebbe farmi capire di cosa potrebbe trattarsi?

La ringrazio anticipatamente x la sua disponibilità.

Buona serata.

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

 

risposta

Cara Bice84,
Sento una ben comprensibile rabbia e frustrazione nelle sue parole.
Sarebbe molto scorretto da parte mia fare ipotesi e inferenze su una persona solo sulla base di un racconto riferito: per affrontare i problemi di suo marito sarebbe necessario, appunto, che lui per primo li vedesse come problemi e avesse intenzione di cambiare la situazione.
Solo chi si mette in discussione può cambiare, crescere e migliorare la propria situazione.
Mi chiedo se la sua richiesta di dare un nome, un'etichetta all'evidente disagio di suo marito venga da un comprensibile bisogno di rassicurazione, o da un tentativo di motivarlo e spronarlo a un cambiamento.
In ogni caso, il cambiamento può venire soltanto da dentro. Noi non possiamo cambiare gli altri, e una relazione autentica non può reggersi sull'aspettativa che l'altro cambi.
Se suo marito riconosce un disagio ed è disposto a mettersi in gioco, un percorso di psicoterapia individuale e/o di coppia potrebbe essere per lui e per voi un'ottima opportunità.
In caso contrario, lei può decidere se intende continuare a stare a queste condizioni oppure no. È evidente che la vostra relazione, sebbene problematica, le dà qualcosa, risponde a qualche suo bisogno emotivo: si domandi di cosa si tratta e quanto è importante per lei.
Si lasci guidare da un solo obiettivo: quello di essere autentica.

dott.ssa Elisabetta Ranghino

 

Pubblicato in data 15/09/2020

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: problemi di coppia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni