Pubblicità

Ansia e problemi sociali (1572884385545)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 83 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

le risposte dell'espertoNadarmozc, 32

domanda

 

 

Gentili dottori,
è da qualche tempo che avverto uno strano fenomeno, di duplice natura.
Quando sono fuori casa (Assolutamente la mia comfort zone) avverto uno strano senso di colpa generalizzato che mi obbliga a desiderare di tornarvi prima possibile. Così facendo sto decimando i rapporti coi miei amici e i miei interessi, visto il fastidio che provo nello stare lontano da casa.

In più, anche socialmente inizio ad avere dei problemi. Soffro di solitudine, odio stare solo e spesso ho pensieri distruttivi quando sono solo, tuttavia in compagnia tendo a chiudermi in me stesso, a non parlare e addirittura a mostrarmi antipatico e antisociale. Come se desiderassi star solo, cosa che, una volta accaduta, mi porta a desiderare il contrario.

Ho ansia e senso di inadeguatezza, sono insoddisfatto del mio lavoro (Tanto sforzo negli studi non ripagato adeguatamente) e della mia vita di coppia (Rapporto a distanza, ormai da 2 anni, e senza orizzonti di alcun tipo). Spero di aver fornito sufficienti informazioni.

Grazie mille per l'aiuto, mi piacerebbe sapere cosa mi accade e come fare per affrontarlo.
Buona serata

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

risposta

 

 

Salve, uscire dalla propria zona di comfort comporta provare un senso di inadeguatezza perché si affronta un qualcosa che per noi non é abituale, non é comodo perché la nostra zona di comfort é qualcosa che possiamo tenere sotto controllo, mentre quando si esce da essa possiamo avere a che fare con cose che sono al di fuori del nostro controllo e questo può provocare ansia!

Per quanto riguarda i pensieri distruttivi bisogna capire e valutare attraverso un percorso cosa lo porta ad avere questi pensieri in quanto minano la propria vita sociale e relazionale.

Per quanto riguarda il suo lavoro e il senso di inadeguatezza che deriva da esso, é importante capire e stabilire quale é l’obiettivo che vuole raggiungere per potersi sentire adeguato e efficace! Per la sua relazione, un rapporto a distanza comporta dei sacrifici e dei compromessi.. e le pongo questa domanda: é disposto a fare ciò?
In caso di risposta positiva parli con la sua compagna per capire in che direzione volete portare la vostra relazione, in caso di risposta negativa parli con la sua compagna le esprima i suoi sentimenti positivi e negativi, i suoi dubbi e perplessità!

Buona giornata!

 

Pubblicato in data 20/11/2019

 

A cura della Dottoressa Ilaria Luciani

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

Autolesionismo e disagio psichico

La maggior parte delle persone che si mutilano adottano tale atteggiamento come una modalità per regolare il proprio umore; avvertono una profonda motivazione legata al bisogno di distrarsi da un...

Psicopatologia

Psicoanalisi e dipendenza

La dipendenza determina la creazione di un mondo immaginario, dove si esercita illusoriamente un controllo completo, che si sostituisce al mondo reale, dove ci si sente inutili e fuori controllo. Con il...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Quando lei maltratta lui (1574…

DELUSO 60, 59 anni     Incontrati a 46 anni io 40 lei, divorziati entrambi, io convivevo con una signora da 8 anni, lei con un figlio di 10 (unic...

Presa in giro (1574783413891)

Berna,  20 anni     Ciao, ho bisogno di aiuto e cerchero di spiegare il più brevemente possibile la mia situazione. Mi chiamo benedetta e s...

Attacchi di ansia in un minore…

Ada, 36     Buonasera.Il mio compagno è separato da circa 2 anni. ha due figlie di 7 e 5 anni. La più grande nelle ultime settimane ha avuto de...

Area Professionale

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Articolo 42 - il Codice Deonto…

Si conclude su Psiconline.it, con il commento all'art.42 (vigenza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana ha s...

Articolo 41 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.41 (Osservatorio Permanente) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Podofobia

Una tra le paure meno conosciute sembra essere la podofobia ovvero la paura dei piedi. Il termine fobia (che in greco significa “paura” e “panico”)&n...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

News Letters

0
condivisioni