Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Ansia/Stress università (166235)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 262 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Raffaele, 21

La mia Storia: Gentile redazione di psiconline, la mia domanda riguarda la possibilità di "guarire" o migliorare nettamente i seguenti problemi/disturbi dopo un percorso con uno specialista :
- Ansia e stress relativi all'università
- Incapacità di vivere totalmente nel presente
Sono uno studente al terzo anno di una delle più difficili facoltà e i diversi insuccessi nel superare l'esame più difficile della mia carriera stanno minando la mia autostima. Sono uno studente, purtroppo nella media, nè il più brillante, nè il peggiore.
Credo che i miei problemi di ansia e stress siano comuni almeno all'80-90% di colleghi, ed ognuno, in modo e gravità diversi, risenta della situazione, per questo mi interessava sapere se sia davvero possibile vivere serenamente una carriera universitaria fatta anche di grandi ostacoli, oppure dovrò convivere con queste difficoltà emotive così come gli altri, anche perché essendo l'ansia un'emozione che come la paura ha avuto una grande funzione evolutiva sia "impossibile" sconfiggerla.
Collegato al problema dell'ansia c'è l'incapacità di vivere totalmente nel presente; durante i momenti di svago non riesco a godere del momento come in passato, ma è come se il pensiero di cosa mi attenda il giorno successivo o della situazione universitaria in cui mi trovo, non mi permetta di rilassarmi appieno. Collego la situazione all'ansia universitaria proprio perché l'ansia deriva dalle capacità "anticipatorie" della mente umana, e quindi è proprio questo proiettare i miei pensieri al futuro che non mi faccia pensare al singolo momento.
Credo, come già detto di aver espresso problemi che siano tipici di chi affronta la mia stessa carriera; è allora possibile uscire da questa situazione? Oppure devo rassegnarmi


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

Gentile Raffaele, la situazione di ansia universitaria è comune a tutti gli studenti. E' normale avere momenti di temporaneo relax post esame e un'eccessiva carica emotiva (ansia) prima di un esame. E' normale che avendo uno stato ansioso persistente, tu abbia questa sensazione di incapacità di vivere il presente e di fare una vita serena e normale come gli altri. Dall'ansia se ne esce, non devi nè scoraggiarti e nè rassegnarti.Basta seguire un percorso terapeutico con uno psicoterapeuta della tua zona, il quale saprà aiutarti a gestirla ed eliminarla.

 

(Risponde la Dott.ssa Ilaria Palumbo)

 

Pubblicato in data 08/07/2015

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

News Letters

0
condivisioni