Pubblicità

Attacchi di panico (010424)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 211 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberta, 38 anni

Ho bisogno di aiuto per riuscire a superare gli attacchi di panico. Ne soffro da circa 14 anni, sono cominciati poco prima del mio primo matrimonio e sono scomparsi quasi del tutto quando questo é finito (pur lasciando la mia vita completamente cambiata). Per più di 10 anni sono stata abbastanza bene, ma adesso dopo la nascita della mia seconda figlia sono tornati con tutta la loro violenza. Sono tornate anche le vertigini, l'angoscia, la depressione, la paura di stare male, di stare sola, l'ansia, il nodo alla gola, crisi di pianto ecc. Sto allattando la mia bambina e a volte mi sento sola e disperata.
Cosa posso fare? A chi posso rivolgermi, considerato che in questo momento non posso permettermi di affrontare una psicoterapia?

Cara Roberta, inutile dirti che se i disturbi sono tornati ora, sarebbe il caso di capire come mai....che cosa ci sia nella tua vita attuale che non va bene e che ti fa soffrire. Non so se hai mai fatto un percorso psicoterapeutico, e soprattutto se non hai provato questa via sarebbe veramente il caso di intraprenderla. D'altra parte se non lo ritieni proprio possibile, qualche altra strada esiste e puoi intanto provare a vedere se ti possa essere sufficiente per modificare la tua situazione.
Ti cito per prima una tecnica poco conosciuta in Italia ma molto efficace per disturbi come i tuoi: si chiama Respirazione Olotropica, e puoi cercare su internet notizie a riguardo. Si tratta di un lavoro che aiuta a togliere i tappi emotivi, quei tappi che durante la vita mettiamo per tenere a bada o mettere del tutto a tacere le nostre emozioni (o alcune). Tieni conto sempre che gli attacchi di panico sono causati da un eccesso di repressione del proprio mondo interno, in particolare quello emotivo....e l'attacco di panico in sé è proprio causato da una pressione troppo forte del materiale represso, tanto che ad un certo punto scoppia e le emozioni straripano in modo eccessivo e fuori dal controllo oltre che dal contesto. Dunque, la respirazione olotropica fa in modo che le emozioni represse possano essere vissute in un contesto protetto diminuendo la pressione interna e liberando nuove energie.
Oltre a questa tecnica, vi sono strade un po' meno "risolutive" ma che possono comunque aiutare: lo yoga, per esempio, in alcuni casi può essere di aiuto. Alcune forme di ginnastica o di arti marziali, che lavorano sulle energie, possono dare buoni risultati, ma anche e soprattutto qualsiasi lavoro che faciliti l'espressione di sé e dei propri stati d'animo, che passi attraverso il corpo o meno (per esempio qualsiasi forma d'arte, dal teatro al disegno). Valuta tu cosa sia in tuo potere fare, ma inizia da subito a smettere di vivere compressa....cerca di ascoltare le tue emozioni, di qualunque natura esse siano, stabilisci un contatto con questa parte di te e cerca di viverla ed esprimerla.

 

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia/stress per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è identif...

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

News Letters

0
condivisioni