Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (062899)

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 179 volte

Antonella 30 anni, 18.03.2003

Sono una studentessa fuoricorso. Dopo aver superato brillantemente 4 anni del corso di laurea mi sono bloccata e non riesco a dare più esami.
Non riesco più a studiare. Quando incomincio a studiare un esame incomincio già ad avere paura e cerco di vincere questa paura anticipatoria in tutti i modi...facendo di tutto fuorché studiare....
Mi ritrovo così alle soglie dell'esame senza aver preparato niente e quindi non vado a farlo ripromettendomi di farlo all'appello successivo...ma puntualmente mi ritrovo mio malgrado nella stessa situazione.
Ci sono degli eventi chiave che forse mi hanno portato a tale comportamento...quando ancora davo esami, senza problemi, durante un esame che non superai seppi che mentre io davo l'esame il mio ragazzo di allora (una storia importante-per me- con una persona che si è presa solo gioco di me, che mi ha usata e umiliata ecc) era uscito con una con cui poi ebbe una relazione...e ancora...
Diedi un esame in una materia, dove avevo fatto dei seminari, ed non lo superai e il professore in capo, che mi conosceva, mi disse...ma lei non si vergogna!!!!...
Ora si aggiunge a tutto ciò che ho disturbi del comportamento alimentare (bed) e che sono cresciuta fino a 110 kg...e quindi mi vergogno anche per l'aspetto fisico...voglio dimagrire e finire l'università...aiutatemi...vi prego...ovviamente mi vergogno per entrambe le cose come un cane....grazie

Cara Antonella, i problemi che hai in ambito universitario ed in ambito fisico sono lo specchio, con tutta probabilità, dei problemi che hai con la tua immagine interna, che consideri incapace, inadeguata, brutta anche …
Insomma, per dirla in breve, si tratta di insicurezze, di svalutazione di te stessa, disistima; ma anche di incertezza, direi, rispetto alla tua identità.
Naturalmente gli eventi chiave di cui parli hanno probabilmente acuito le sensazioni negative su di te, avendo colpito proprio i tuoi punti più dolenti e scoperti.
Non credo abbiano determinato il tuo stato d’animo e il tuo blocco, ma certo devono aver influito. Un tradimento è una ferita profondissima inferta al senso di sé, alla propria sicurezza, al proprio valore.
E chi è già sofferente in questi ambiti, rischia di soccombere. Altrettanto può fare un commento come quello del tuo prof.che colpisce proprio sull’autostima.
Credo, Antonella, che tu debba iniziare ad accettare il confronto con te stessa, e scavare, oltre e più in profondità dell’immagine negativa che ti sei cucita addosso.
Emozioni, sentimenti, legami irrisolti, rabbia, paura, delusione, desideri ….devi trovare il contatto con quanto di più vero c’è in te, nascosto magari sotto quei chili di troppo che, nonostante tutto, comunque non riescono a non far trapelare la voce di un’anima che chiede di essere ascoltata e considerata.
Un blocco, come il tuo negli esami, è un segnale da prendere in considerazione, così come lo è un disturbo alimentare: devi fermarti e girare lo sguardo verso di te, dentro di te, perché è lì che si annidano i tuoi problemi e che puoi trovare la soluzione.
Ti consiglio di cercare l’aiuto di uno psicoterapeuta per fare questo, quantomeno per sbloccare la situazione in modo da interrompere il circuito negativo in cui ti trovi.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente, “passaggio all’ atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’in...

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters