Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (103195)

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 190 volte

Fabio 30

Salve, vi scrivo non per un mio problema, ma per cercare di aiutare il più possibile la mia ragazza con cui sto da più di 7 anni. Circa due anni fa le sono venuti 5 attacchi di panico; i primi tre si sono manifestati in una settimana; i rimanenti mesi più in là. Lei mi ha sempre giurato di non sapere il motivo di questi attacchi, cosa li potesse causare. Pensando che il problema potessi essere io, lei ha pensato di prendenci una pausa, non vederci più per un periodo di tempo, per vedere cosa succedeva. Beh dopo un paio di giorni è venuta da me dicendo che mi amava, gli mancavo e che sicuramente non ero io il problema; però aveva paura del ripresentarsi di questi attacchi di panico. Se può esservi di aiuto nel periodo in cui si sono manifestati questi attacchi era molto stressata a causa dell'università. Comunque per quasi due anni non ha avuto più nulla. Ora, dopo essersi laureata con non poca fatica (ha avuto molti problemi con il suo relatore per la stesura della tesi), contemporaneamente lavorava, ultimamente lavora tutto il giorno, dalla mattina alla sera, vive in un contesto fatto di invidie e gelosie, ha avuto un nuovo attacco di panico. Da premettere che ha alcune fobie: ha paura del dolore, ha paura di strozzarsi (evita alcuni tipi di cibo, come prosciutto crudo, mozzarella filante, etc), ha paura di essere punta da un insetto per paura di poter morire a causa di uno shock anafilattico. Prima che gli venisse il primo attacco di panico facemmo un incidente con il motorino e in quella occasione si spaventò molto; fummo costretti ad andare in ospedale dove non era mai stata. Le dovettero dare tre punti di sutura nella parte addominale. Lei in tutta la sua vita non aveva mai avuto applicati dei punti di sutura. Può essere collegato? In vista di un nostro futuro da maritati e visto questo nuovo attacco ha deciso di riprovare con un'altra pausa tra noi. E' possibile che la causa sia io? Come posso aiutarla? Sempre per potervi aiutare nello sviluppo di una vostra diagnosi c'è da dire che la nostra prima esperienza sessuale, in occasione della quale entrambi abbiamo perso la verginità, capitò per così di dire "per sbaglio". Attualmente nei nostri rapporti intimi non permette le penetrazione. Può essere collegato al tutto?
Aiutatemi vi prego, perchè soffro nel vederla soffrire e non sapere come aiutarla. Comincio a pensare che il probema sia io

Caro Fabio, la tua ragazza ha un problema con la sua vita, parte della quale sei tu. Non per questo sei la causa dei suoi attacchi di panico, tuttavia succede di frequente che le persone che soffrono di un disturbo di questo tipo cerchino una causa nelle relazioni in corso. Devo essere sincera: spesso ci sono dei problemi invisibili nella coppia che l'attacco di panico costringe ad affrontare. Ricorda che questo disturbo non ha una causa visibile perchè è questa la sua ragion d'essere: con l'attacco di panico la mente esprime attraverso il corpo quel disagio che la persona non può vedere, perchè troppo doloroso.
Dunque se ami la tua ragazza fai in modo che chieda l'aiuto di un esperto, questa è la cosa migliore per lei, la vostra storia starà un pò in secondo piano durante il periodo della cura, poi ragionerete insieme sul da farsi. Comunque il metodo più efficace per il trattamento del disturbo è la terapia cognitivo-comportamentale, cerca un terapeuta di questo indirizzo nella tua città e in bocca al lupo!

(risponde la Dott.ssa Camilla Ponti)

Pubblicato in data 08/12/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (in...

News Letters