Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (104817)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 190 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Alessandra 27

Sono la giovane di un ragazzo di 27 anni che soffre di attacchi di panico. Il tutto per lui partì anni or sono con un episodio normale (il padre va in Calabria per lavoro per un mese) vissuto come abbandono per via di problemi familiari già esistenti. Da allora gli attacchi di panico, gli psicologi e i farmaci. Dal matrimonio per un anno non è più capitato nulla e ha smesso i farmaci col consenso dello psicologo. Nove mesi fa i suoi si separano (male). E' stata un'escalation in peggio. Prima la paura di fare viaggi, poi la paura di stare soli (correvamo nel mezzo della notte a dormire dai miei!), la paura di andare a lavorare... Insomma oramai tutto ciò che scombina la routine scatena l'inferno. Ma lo affronta, senza medicine, e lo supera. Abbiamo cambiato psicologo. Mio marito è stanco di avere paura. Crede di essere una delusione per me, crede di essere un peso. La mia domanda è : "Io cosa posso fare?", oltre a curarlo, assecondarlo, amarlo, essere disponibile... Lui vuole la soluzione, ma dove sta? Come posso aiutarlo nel percorso? Grazie di cuore per qulsiasi risposta.

Cara Alessandra, lei non può fare altro che stare vicina a suo marito, rassicurarlo, ma anche stimolarlo a farsi curare. Ha detto che va da uno psicologo, questa è un’ottima cosa, a patto che stia seguendo una psicoterapia e non semplici consulti. La psicoterapia che può far bene a suo marito deve essere lunga e ben strutturata. E’ naturale che fattori esterni stressanti facciano ricadere suo marito in uno stato di grande ansia ed agitazione, ma questo accade perché non ha superato il suo problema completamente, è latente e quando c’è qualche stimolo si ripresenta. La risposta che cerca sua marito può aiutarlo solo il suo percorso psicoterapeutico a trovarla. Se svolge un buon percorso vedrete presto dei buoni risultati. Se ha bisogno di altro mi contatti pure. Un saluto.

(risponde la Dott.ssa Anna Maria Casale)

Pubblicato in data 28/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni