Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (110992)

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 163 volte

Francesca 24

Ciao, dall'età di tre anni soffro di una gravissima forma di attacchi di panico e crisi d'ansia, al solo pensiero di allontanarmi da mia madre. Per questo non ho mai avuto amici, non ho potuto frequentare la scuola, la chiesa. Le crisi sono terribili, ossia ho svenimenti, attacchi convulsivi di vomito, tremori visibili, tachicardia, paura, o meglio terrore eccessivo. Dopo queste crisi, mi creda, sto malissimo. Per questo sono sempre vissuta chiusa in casa, senza poter affrontare il mondo. Il mio clima familiare è terribile, mio padre è molto violento, mia madre e mia sorella anche e questo credo abbia contribuito ad aggravare, anche se non sono all'origine, i miei attacchi di panico. I miei genitori e mia sorella mi picchiano e mi insultano continuamente con forza, spesso sono costretta a dormire la notte per le scale, a uscire nuda sotto casa. Non mi consigli di allontanarmi da loro, perchè mi creda, è impossibile.Vorrei cambiare, avere una mia vita, essere serena anche senza di loro, ma mi creda, è impossibile, ci ho provato in tutti i modi. Per un periodo ho anche assunto ansiolitici, ma non mi sono serviti a niente. La prego, mi dia un consiglio, mi aiuti, non ho più speranza, sono molto depressa. E' vero come dice mia madre che ormai aspetto solo la morte?

Cara Francesca, lei non soffre di Attacchi di Panico o almeno quelli che ha avuto all’origine non lo erano di sicuro. Infatti non sono documentati casi di esordi tanto precoci ed anche alcuni sintomi sono inequivocabilmente attribuibili a cause diverse dal Panico e forse è anche per questo che gli ansiolitici si sono rivelati inutili. Per poterle essere d’aiuto avrei quindi bisogno di poter avere degli elementi tali da poter fare una diagnosi. Se da bambina può darsi che si trattasse di ansia da separazione, adesso il suo problema, anche se si presenta con medesime modalità, è sicuramente cambiato! Il consiglio è di rivolgersi ai servizi sociali e di farsi aiutare fisicamente, perché non è possible sentire di non potersi allontanare da persone che, anziché accudirci ci fanno del male. Non deve aspettare la morte, anzi, deve decidersi a farsi aiutare! Si rivolga alla USL di competenza richiedendo una visita urgente e si faccia consigliare!

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 17/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un og...

News Letters