Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

attacchi di panico (42513)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 168 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Federica, 33anni (29.8.2001)

Sono sposata e ho due figlie.Soffro di Dap da 10 anni.Ho seguito una psicoterapia per 4 anni,che mi ha aiutata per i primi 6 anni di malattia,poi basta.Da 2 anni non faccio più terapie.Rifiuto,per paura i farmaci.Questa estate,torrida,mi ha causato un aumento dei dap,con i seguenti sintomi:sudorazione,nausea ,palpitazioni,senso di svenimento.Ho notato che i dap aumentano quando fa molto caldo,o vado in ambienti con poco ricambio d'aria.Spesso, a causa dei dap,devo scappare fuori da negozi o supermercati,creando situazioni imbarazzanti,e lasciando in me senso di disistima enorme.Purtroppo questi malesseri influenzano la vita di tutta la famiglia.Mia figlia di 12 anni,quando usciamo mi controlla per vedere se sto male,e logicamente io non sono sempre in grado di accompagnarla dove vuole;mi riesce difficile anche presenziare alle riunioni scolastiche.Visto che non mi sento depressa,e ho tanta voglia di stare bene e ritornare ad essere normale,per favore,ditemi cosa posso fare.

Cara Federica non mi specifichi i motivi che ti hanno condotto alla decisione di abbandonare tutte le terapie. Credo che tu stessa ammetti di aver tratto molto giovamento sia dalla psicoterapia che dalla terapia farmacologica. Dunque penso che tu debba di nuovo affidarti ai professionisti che ti hanno aiutato in passato. Credo di leggere però tra le righe come un senso di sfiducia verso il tuo futuro e una certa rassegnazione allo stare male con relativo "appoggio" a figure familiari (tua figlia) che possono diventare involontariamente il tuo sostegno . Ti consiglio vivamente di spezzare dall'inizio questa catena di legame reciproco con tua figlia che non potrebbe che rivelarsi negativa per i condizionamenti psicologici che vi porterebbe.
Ciao e auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni