Pubblicità

attacchi di panico (42513)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 187 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Federica, 33anni (29.8.2001)

Sono sposata e ho due figlie.Soffro di Dap da 10 anni.Ho seguito una psicoterapia per 4 anni,che mi ha aiutata per i primi 6 anni di malattia,poi basta.Da 2 anni non faccio più terapie.Rifiuto,per paura i farmaci.Questa estate,torrida,mi ha causato un aumento dei dap,con i seguenti sintomi:sudorazione,nausea ,palpitazioni,senso di svenimento.Ho notato che i dap aumentano quando fa molto caldo,o vado in ambienti con poco ricambio d'aria.Spesso, a causa dei dap,devo scappare fuori da negozi o supermercati,creando situazioni imbarazzanti,e lasciando in me senso di disistima enorme.Purtroppo questi malesseri influenzano la vita di tutta la famiglia.Mia figlia di 12 anni,quando usciamo mi controlla per vedere se sto male,e logicamente io non sono sempre in grado di accompagnarla dove vuole;mi riesce difficile anche presenziare alle riunioni scolastiche.Visto che non mi sento depressa,e ho tanta voglia di stare bene e ritornare ad essere normale,per favore,ditemi cosa posso fare.

Cara Federica non mi specifichi i motivi che ti hanno condotto alla decisione di abbandonare tutte le terapie. Credo che tu stessa ammetti di aver tratto molto giovamento sia dalla psicoterapia che dalla terapia farmacologica. Dunque penso che tu debba di nuovo affidarti ai professionisti che ti hanno aiutato in passato. Credo di leggere però tra le righe come un senso di sfiducia verso il tuo futuro e una certa rassegnazione allo stare male con relativo "appoggio" a figure familiari (tua figlia) che possono diventare involontariamente il tuo sostegno . Ti consiglio vivamente di spezzare dall'inizio questa catena di legame reciproco con tua figlia che non potrebbe che rivelarsi negativa per i condizionamenti psicologici che vi porterebbe.
Ciao e auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

News Letters

0
condivisioni