Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

attacchi di panico (49157)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 162 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesca,22anni (28.2.2002)

Gentile dottore, innanzi tutto vorrei ringraziarvi per la creazione di un sito come questo poiche' credo che spesso il sapere di non essere "soli ed unici" con i propri problemi possa in un certo qual modo alleviare una parte di dolore. Ho 22 anni e da circa 3 soffro di attacchi da panico. Ho attraversato un periodo di anoressia che e' poi sfociato in bulimia, oggi ancora presente ma sempre meno "pesantemente". Il mio rapporo col cibo e' forzato e stressante ma le abbuffate e vomitate sono ormai sporadiche. Faccio l'impiegata (mestiere che odio) e studio Psicologia all'univesrita'. Vivo ogni giorno della mia vita con un "peso sul cuore", avverto un costante senso si "attesa" di disagio che mi attanaglia. E' come se la mia anima fosse bloccata, come se mi avessero "tagliato le ali". Non so quant'e' che non mi sento serena o che comunque sia cerco di vivere alla giornata, senza programmare nulla. 3 anni fa ho iniziato a soffrire di attacchi di panico, sono andata da uno psichiatra che mi ha prescritto Xanax e Prozac (ero anche, forse lo sono ancora, depressa). Lentamente grazie alle medicine le cose sono migliorata, gli attacchi sono passati ed ho iniziato psicoterapia con uno Psicologo che lentamente mi ha fatto abbandonare i medicinali.Sono stata bene x qualche mese, dopo di che lentamente questi maledetti attacchi, quest'ansia malefica sono ritornati rovinarmi la vita. Sto continuando la psicoterapia (1 volta al mese) ma sinceramente mi sento sempre peggio e mi chiedo quanto questa terapia sia utile. Oltretutto credo di somatizzare parecchio. Ho sempre capogiri, fauci secche, mal di testa e un senso costante di peso sul cuore. Ho sempre la sensazione di svenire ed ogni volta che vado a dormire, senza ch'io pensi a nulla, sistematicamente inizia la tacchicardia, il mio cuore batte a mille a mi sembra di morire. Mi e' anche capitato alcune volte che il mio corpo iniziasse a tremare durante questi attacchi. Ho paura. Non riesco piu' a vivere. Non ce la faccio piu'. Spesso poi mi assale la paura che tutti questi siano sintomi di qualche malattia. Aiuto per favore, non ce la faccio davvero piu'. Da quello che scrive di se', non credo che gli attacchi di panico siano per lei un problema isolato. Esiste un problema di carico da stress continuo e prolungato dovuto al rapporto con il suo lavoro ed alle aspirazioni che non riesce a realizzare. Esiste un problema di oscillazione del tono dell'umore che non le consente di trovare un adeguato equilibrio emotivo per valutare realisticamente cio' che le accade. Esiste un problema comportamentale di tipo alimentare che, sebbene attualmente a livello subclinico, la accompagna da lungo tempo. Ed esiste un ulteriore problema correlato al panico che e' la sospensione dei farmaci. Non sono in grado di giudicare il tipo di psicoterapia che sta facendo, per cui non posso dirle nulla a riguardo. Il disturbo di panico, soprattutto se complicato da altre situazioni clinicamente significative, e' recidivante e deve necessariamente essere tenuto sotto controllo farmacologico finche' non si riescono ad elaborare strategie mentali di controllo dell'ansia con un adeguato training psicoterapeutico. Le consiglierei quindi di ricontattare il medico per i farmaci e di riconsiderare complessivamente l'andamento della psicoterapia che sta effettuando.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

News Letters

0
condivisioni