Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Attacchi di panico (52238)

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 119 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alexis, 19 anni, 18.09.02

Dopo molti tentativi sono arrivata anche qui...circa 2 anni ho avuto un calo di pressione mentre ero in giro per lavoro e dopo il ripetersi di questa esperienza ho iniziato ad aver paura di andare in giro...quando uscivo iniziavo a sudare andavo a misurare la pressione in ogni farmacia che incontravo e poi quando tornavo in ufficio andava tutto a posto..il mio medico di base mi aveva dato delle gocce e mi aveva detto di prenderlo quando sapevo di dover uscire (mi sembra anche sbagliato sinceramente) e un antidepressivo ...quando ho preso l'antidepressivo ho avuto una reazione allergica...e lì le mie paure, che si limitavano al semplice uscire, sono triplicate!!! Dopodichè sono andata da un neurologo..mi ha curato con l'En gocce e per un bel pò stavo bene, ero più tranquilla...ma sfortunatamente quest'anno mi è venuta l'allergia: io non l'ho mai avuta e un giorno mi è venuta una crisi respiratoria, mi hanno fatto di tutto e non capivano il perchè di quella crisi. Ho preso tanti di quei medicinali per la faringite tracheite ecc. Da quel giorno non ho pace, sto sempre a controllare il respiro e tante volte mi agito e magari è anche per quello che a volte mi sembra di non respirare...(le crisi per adesso non le ho più avute) e gli attacchi di panico sono tornati molto più violenti e improvvisi, mentre prima riuscivo a fermarli adesso, certe volte, quando passa è come se avessi fatto uno sforzo e mi sento stanchissima e a volte mi viene da piangere...praticamente vado in giro con la borsetta piena d medicinali....cosa mi consigliate? aspetto una Vostra cortese risposta Vi ringrazio anticipatamente.....

Cara Alexis, succede spesso che per il genere dei tuoi problemi i farmaci non bastano, ma serve fare una psicoterapia. Capire l'origine dei tuoi problemi, può aiutarti sensibilmente, così come cercare soluzioni mai provate prima. Prova a metterti in ascolto di te stessa? all'inizio avrai paura? è normale? poi comincerari a comprendere meglio i messaggi che il tuo corpo e la tua mente ti stanno mandando, e comincerari a domandarti: "cosa sto facendo di sbagliato? E soprattutto cosa non sto facendo di giusto? La soluzione ai tuoi problemi è nascosta dentro di te, cercala!

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Fissazione

Il termine fissazione può avere significati diversi: Rinforzo di una tendenza o reazione, che porta alla nascita di un ricordo o di una abitudine motoria. F...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters