Pubblicità

dap (45957)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 161 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Enrico, 35anni (30.11.2001)

..2 anni fà iniziò il mio calvario di attacchi di panico,il primo prima di prendere un aereo,non lo avevo riconosciuto come tale,20 gocce di valium in un infermeria dell aereoporto e la vacanza proseguì serena senza preuccuparmi di quello che sarebbe successo a seguito.al ritorno di tale vacanza,il vero attacco avvenuto mentre percorrevo l autostrada in moto,corsa in ospedale e convincimento che avevo bisogno di uno psichiatra che mi congeda con dello xanax da 1 mg.suddiviso in 2 mg. al giorno x tre mesi niente da fare....allora decisi x un consulto e susseguente terapia psicologica 6 mesi ma ancora oggi ho delle strane manifestazioni di ansia con vertigini e tendenza allo svenimento....
Da premettere che 5 anni fà mi sono separato,in 5 anni ho avuto diverse relazioni ma non riesco a viverle al meglio...ho subito l allontanamento di mio figlio circa 3 anni fà ed ora vive a 1000 km. di distanza da me...1 settimana fà ho divorziato e stranamente nonostante la mia ex non mi abbia fatto nessun effetto,ho ricominciato a non stare troppo bene tanto da intaccare il rapporto che ho con la mia nuova compagna,donna che ritengo eccezionale se pur anche con lei viviamo un rapporto a distanza.ogni tanto per trovare coraggio prento 0,25 mg. di EN.stò iniziando a perdere lavoro..e questo mi spaventa cosa fare...dove ricercare i miei malumori??????

Gentile signor Enrico, l'attacco di panico si verifica per associazione inconscia ad un'immagine o situazione di abbandono che poi le investe con la sua emozione e che le provoca fisiologicamente modificazioni cardiache e respiratorie. Come ad esempio, mentre stiamo andando in macchina, in una bella giornata di sole, all'improvviso ci viene alla mente l'immagine di una persona che ci ha fatto un torto.
Subito abbiamo un' emozione di rabbia, il nostro cuore accelera i suoi battiti, il nostro corpo cambia e la persona in realtà non c'è, era solo un'imagine. Vediamo tutto nero e la nostra bella giornata non esiste più. Allo stesso modo accade un improvviso stato d'ansia, provocato da pensieri o fantasie negative che incosciamente o anche coscientemente lei fa e alle quali crede, guardandole nella sua fantasia, lei si emoziona negativamente.Le vertigini che lei soffre sono dovute al suo modo attuale di affrontare la situazione che lei oggi vive, situazione che subisce ma che internamente non accetta . Quando si avvicina lo stato di ansia, cerchi di mantenere la calma facendo un lento respiro, ascolti il suo cuore e parli a se stesso come se ci fosse in lei una parte più piccola che ha bisogno di rassicurazioni.
La vita è bella ma spesso la roviniamo con le nostre immagini e con i ricordi spiacevoli. Lei è una persona giovane, ha un lavoro, ha una donna che lo ama e un figlio che ha bisogno del suo amore. Se ha vissuto situazioni spiacevoli, non stia lì a ripensarle, si butti nelle cose che le procurano piacere e quando ha fantasie tristi, le cancelli come quando da piccoli si cancellava la lavagna.Vedrà che con questo piccolo esercizio fatto costantemente troverà di nuovo il sorriso. Auguroni.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Test di Rorschach

Test proiettivo che consente di tracciare un profilo di personalità attraverso le risposte verbali che un soggetto fornisce a una serie di stimoli ambigui. &...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni