Pubblicità

DAP e demotivazione (61505)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 172 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesco 39 anni, 25.01.2003

Sarebbe un'epopea. Quando avevo 17 anni, all'improvviso in un giorno tra i più felici della mia vita, ho avveretito sensazione di morte imminente, senso di estraneità all'ambiente circostante, disorientamento spaziotemporale. Initile dire il panico che ho provato, ma di organico si è poi constatato che non vi era nulla. Allora, DAP.
Da allora le cose sono andate precipitando "grazie" anche ai maledetti psichiatri dai quali sono stato sottoposto ad uno stillicidio di psicofarmaci potenti: triciclici a dosi da cavallo, SSRI, antiepilettici (?!!), antiparkinsoniani, benzodiazepine a sfare.
Risultato: sto molto peggio di prima anche perché mi sono poi rifugiato nell'alcol. La domanda mi sembra intrinseca in questo tragico racconto. Grazie

Mi sembra che le cure farmacologiche che lei cita siano andate ben oltre la prassi ordinaria della cura del DAP. Se poi lei ci aggiunge anche l'alcol, non fa che completare il quadro di eccessi.
Mi sembra quindi che l'alcol debba essere sospeso e che la terapia debba essere ridefinita con attenzione (quindi comunque da un bravo psichiatra), includendovi però senz'altro quella che ritengo la parte migliore e più importante nella cura dei disturbi da attacchi di panico: la psicoterapia.
Non ritengo che i DAP siano poi così difficili da trattare, ma certamente lei dovrà anche iniziare ad evitare del tutto l'alcol in ogni sua forma.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni