Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Paura della morte (00324)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 122 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fabrizio, 37 anni, 04.12.2002

Salve. Questa è la prima occasione in cui rappresento ad un esperto il mio malessere dovuto, sinteticamente, ad attacchi di panico per la paura della morte.
Generalmente questo avviene di notte ma può succedere anche di giorno. Quando ciò avviene, la mia respirazione comincia a farsi affannosa e il panico cresce sempre di più fino a dovermi alzare dal letto (quando capita di notte), camminare per casa oppure mettermi davanti alla televisione.
Spesso mi capita anche di parlare ad alta voce chiedendomi: è un'ingiustizia.... Ma il panico più grande mi arriva quando penso alla morte dei miei familiari (ho una moglie e una bambina di 7 anni)... e solo al pensiero che, un domani, anche la mia bambina "dovrà" morire... mi terrorizza! A quel punto non so più che fare, spesso sveglio mia moglie che, ormai a conoscenza di questo mio problema, non sa come aiutarmi.
Tutto ciò sta veramente condizionandomi la vita. Non riesco più a dormire un sufficiente numero d'ore, sto male e, la cosa che più mi sconvolge, è la paura di "trasferire" questo mio malessere anche ai miei familiari. Grazie.

Caro Fabrizio, sarebbe interessante sapere da quanto tempo soffri di questa paura e cosa è accaduto in quel periodo. Di solito gli attacchi di panico sono come un campanellino d'allarme, la mente sposta sul corpo, con disturbi credibilissimi a livello fisico, un disagio che non ha nulla a che fare con esso, ma che ha origini psicologiche ed emotive.
In realtà c'è uno spostamento del problema, perché la persona non riesce a focalizzarlo o ha paura di farlo.
Ti faccio un esempio: vivo uno stress molto forte sul lavoro, mi danno un incarico importante, ad un livello conscio sono contento, tutti mi dicono che sono stato bravo, ad un livello meno consapevole però sono molto spaventato, ho paura di non essere all'altezza, ma non mi lascio libero di esprimere le mie angosce, forse le nego ed un brutto giorno mi ritrovo ad avere un attacco di panico, e non so perché!
Spero di averti spiegato in modo semplice cosa succede attraverso questo esempio.
Siccome siamo esseri unici, non ci saranno reazioni standard, così tu pensi alla morte, mentre qualcun altro userà altri pensieri. Il mio consiglio è di scavare nei tuoi pensieri e nelle tue emozioni per trovare la strada che ti porti al vero motivo interiore per cui stai così male. Se non ce la fai da solo, rivolgiti ad un esperto in psicoterapia.
E' un problema risolvibilissimo, che però va affrontato senza mettere la testa nella sabbia. Inutile dire: prima o poi mi passerà. Anche se ci possono essere dei momenti più sereni, di certo c'è un disagio psicologico che resta.
Prova a scrivere su un foglio tutti i pensieri che ti passano nella testa ogni volta che hai una crisi, e poi cerca collegamenti tra questi episodi, è un passo per capire e conoscerti. Ciao.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione e il piac...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

News Letters

0
condivisioni