Pubblicità

Philofobia o Narcisismo patologico?(165561)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 3095 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Riferimento, 23 (165561)

Salve, da 6 anni vivo una storia abbastanza travagliata con un ragazzo di cinque più grande di me.

Siamo stati insieme sul serio quando io avevo 18 anni per un anno circa, poi per la mia gelosia e per la distanza ci siamo lasciati.

Abbiamo continuato a vederci da amici e da amanti per altri tre anni, finché la situazione è degenerata e abbiamo deciso di chiudere qualsiasi tipo di rapporto e comunicazione, anche su richiesta dei genitori ed amici, che stremati dal vederci soffrire, hanno chiesto che smettessimo questa frequentazione.

Siamo stati senza vederci né sentirci per un anno, periodo nel quale sia io che lui abbiamo avuto altre storie.

A marzo di quest'anno ci siamo rincontrati per caso e da quel giorno, quasi ogni giorno, ci sentiamo e almeno una volta a settimana ci vediamo.
Io ho chiesto di ufficializzare il rapporto ma lui mi ha risposto che gli altri non avrebbero capito.

A questo punto ho deciso di chiudere ma lui è scoppiato a piangere dicendo che ha paura, ha paura di distrarsi dal suo dovere, ha paura per i suoi sentimenti nonostante sente di avere bisogno di me. Abbiamo deciso di stare un po' distanti e vedere cosa succede, ma a questo punto come devo comportarmi?

Leggo in molti siti di Philofobia o Narcisismo, da quel poco che potrebbe aver capito da questa descrizione, potrebbe trattarsi del mio caso?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

Gentile riferimento 165561,
le informazioni che fornisce sono davvero poche, sicuramente non giova esplorare la rete per individuare la diagnosi per il proprio ragazzo!!

Credo che si dovrebbero esplorare i veri motivi per i quali si è rifiutato di "ufficializzare il rapporto".

Ritengo, ma non vorrei esprimere un'opinione azzardata, che una relazione fondata sul bisogno e non sul desiderio abbia poche probabilità di essere soddisfacente per entrambi, Forse sarebbe opportuno per lei, cercare l'aiuto di un professionista qualificato ( magari scegliendo fra gli psicoterapeuti iscritti all'ordine degli psicologi della sua regione) che offra il primo colloquio gratis.

In ogni caso le suggerirei di riflettere prima su di sé e su che cosa intende per una relazione sentimentale  appagante.

Augurandole ogni bene, la saluto.

(Risponde la dott.ssa Susanna Bertini)

 

Pubblicato in data 21/01/2015

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Angoscia [1593361574931]

alex, 41 anni   Salve, ho bisogno tanto di un supporto psicologico, un mental coach sarebbe l'ideale. Vivo con mia madre da sempre, non ho amici, so...

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Disforia

Il termine viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, caratterizzato da sentimenti spiacevoli, quali tristezza...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

News Letters

0
condivisioni