Pubblicità

Ritorno di ansia e attacchi di panico (1533590437439)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 1191 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

le risposte dellespertoMisterok88, 30

domanda

 

 

Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da capo a 12, mi spiego...

Nel 2013 una notte ho avuto un forte attacco di panico e nei giorni a seguire mi ha lasciato un forte stato emotivo, non riuscivo più a uscire di casa, ad andare a cena fuori, ad andare al lavoro in maniera tranquilla, a viaggiare ed ad avere una vita sociale. I sintomi erano paura di morire da un momento all'altro, tachicardia accelerata ma il sintomo più fastidioso era quello appunto di andare a cena fuori o avere gente a casa e non riuscire a mangiare niente per colpa dell'ansia che mi faceva chiudere lo stomaco e avevo sempre la nausea e attacchi di panico che mi facevano allontanare dalla realtà che avevo intorno.

Questa situazione mi stava uccidendo, io sono magro, sono alto 1.86 e peso 60 kg e con questa situazione sono arrivato a pesare 49 kg!!! Ero diventato anoressico. Sono sempre riuscito a non farmi vedere che avevo un attacco di panico, riuscivo sempre a resistere e mi inventavo sempre scuse del tipo che avevo nausea, mal di testa o avevo delle afte in bocca e facevo fatica a mangiare! Questa situazione è durata 2 anni, poi dopo una visita dalla neurologa che mi ha segnato un antidepressivo di nome "Entact" da prendere mattina e sera 5 gocce per volta...

Dopo un po' di tempo le cose sono molto migliorate, finalmente riuscivo di nuovo a mangiare serenamente fuori di casa e a non avere quei brutti attacchi di panico. Mi sentivo di nuovo felice e rilassato! Ora vengo al dunque... Premetto che ho diminuito da 5 mesi le gocce Entact prendendole solo la sera. Allora due settimane fa ero al mare con un mio amico, mi sono messo sulla sdraio e provavo a dormire, ma mentre stavo in dormi veglia avevo delle apnee, come se sentivo che mi soffocavo con la lingua e ho avuto un leggero attacco di panico! Pensavo fosse finita lì e che era stato un caso isolato...

Ma poi quest'ultimo sabato mentre ero al Mcdonald con una mia amica mi sentivo di nuovo un forte attacco di panico che fortunatamente è durato poco ma avevo lo stomaco chiuso e non ho mangiato quasi niente e per finire stasera con i miei genitori a cena mentre mangiavo sentivo che ero in ansia e che stavo per avere un attacco e ho mangiato solo mezzo piatto di pasta...

Sono veramente disperato!!! Non voglio tornare a quella bruttissima situazione. Ora non posso neanche parlare con i miei perché questo Sabato partono per le vacanze e voglio farli stare tranquilli, ma sono veramente disperato, sto pensando alle prossime uscite con i miei amici che magari avrò di nuovo degli attacchi o a Ferragosto se magari mi inviterà mio fratello a pranzo con sua moglie e i suoi suoceri e mi sento male davanti a loro...

Mi stanno insomma venire 1000 pensieri in testa. Ora ho ricominciato a riprendere le gocce Entact anche la mattina ma io sono convinto che non è stato dipeso dalla diminuzione delle gocce. Per favore aiutatemi, datemi qualche consiglio,magari degli esercizi da fare prima di una cena con gli amici o quando sento che magari avrò un attacco. Ripeto! Non voglio tornare in quello stato, mi sento veramente male solo a pensarci. Vi prego datemi qualche dritta. Vi ringrazio e spero che accoglierete la mia richiesta. Grazie ancora!

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Gent.le Misterok,

leggendo la sua situazione da ciò che lei stesso mi ha descritto, mi viene da dirle intanto che se il sintomo è ritornato evidentemente non era stato ben curato prima. Questo è chiaro. Gli psicofarmaci servono e curano, ma non alla radice del problema.

Non mi sento di indicarle degli esercizi pratici “fai da te” poiché occorre che intraprenda un percorso di Psicoterapia individuale finalizzato alla lettura del sintomo, qual è la sua storia, qual è il suo reale malessere e quali sono i suoi bisogni non espressi che non riescono ad emergere o che non riesce ad esprimere. Ancora è giovane, affrontare il problema adesso è meglio che doverlo affrontare fra anni.

Le auguro di iniziare un buon percorso di Psicoterapia e di poter stare bene.

 

Pubblicato il 08/08/2018

 

A cura della Dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: ansia panico consulenza online gratuita

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Angoscia [1593361574931]

alex, 41 anni   Salve, ho bisogno tanto di un supporto psicologico, un mental coach sarebbe l'ideale. Vivo con mia madre da sempre, non ho amici, so...

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è identif...

Emozione

Reazione affettiva a uno stimolo ambientale che insorge repentinamente e ha breve durata, come ad esempio paura, rabbia tristezza, gioia, disgusto, attesa. sorp...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

News Letters

0
condivisioni