Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

shock da esperienza pregressa(155276)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 630 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alina, 29

Gentile dottore,
vorrei un parere in merito a un problema che mi porto dietro da circa 11 anni.
Nel 2000 persi in un incidente stradale il mio primo fidanzato. La circostanza fu resa più "forte" dal fatto che, 2 giorni prima, gli avevo inviato una lettera per chiarire tantissime cose (all'epoca dell'accaduto ci eravamo lasciati per causa mia. La lettera arrivò il lunedì mattina, lui morì la domenica notte. é stato come se mi avessero "tagliato le gambe". non avevo avuto nemmeno il tempo di dire finalmente tutto, di liberarmi.
è passato tanto tempo da allora ma oggi, felicemente fidanzata, con un lavoro, una casa in costruzione, una famiglia bellissima, non riesco a calmarmi. vivo nella paura costatnte che accada qualcosa a chi ho accanto. vivo nell'ansia che qualcuno gli faccia del male, che finisca in un burrone quando torna a casa la notte dal lavoro, che qualcuno lo aggredisca. insomma, vivo nell'ansia di non rivedere il suo volto. non dormo, se non rispone al telefono di notte entro nel panico, se so che sta guidando lo prego di andare pianissimo, di chiamarmi..insomma. è un inferno.
a volte mi immedesimo talmente tanto nelle cose che scoppio in lacrime. è una tortura.



Cara Alina,
quanto ti è capitato è sicuramente un'esperienza traumatica che ti ha segnato e dalla quale è difficile liberarsi. Questa esperienza sicuramente è aggravata da un tuo senso di colpa per non essere riuscita a portare chiarezza tra di voi. Adesso ti trovi in una situazione nella quale hai davanti un altro uomo con il quale stai ricostruendo la tua vita di coppia. A questo punto ti trovi nella situazione in cui potresti di nuovo perdere il tuo uomo quindi sei preoccupata, impaurita da una possibilie perdita. Il pianto probabilmete deriva da una situazione nella quale stai rivivendo nell'immeditao il trauma che ti è occorso, è come se ti accadesse nell'immediato. Questo procedimento è tipico delle memorie traumatiche non elaborate. Ti consiglio di affrontare la questione con uno Psicoterapeuta esperto in elaborazione delle memorie traumatiche in modo da aiutarti ad affrontare questo tuo problema.
Saluti Mirko Dai Prà

 

(Risponde il Dott. Mirko Dai Prà)

 

Pubblicato in data 15/04/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Paura di stare soli (153061543…

Alice, 25     Buongiorno, tra qualche mese andrò a convivere con il mio ragazzo ma quando ci penso non riesco a stare tranquilla. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

News Letters

0
condivisioni