Pubblicità

Coppia (005880)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 78 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima, 36 anni

Caro dottore non capisco mio marito.... Sono sposata da quattro anni e non riusciamo ad avere un bambino. I medici dicono che e' tutto nella norma, mio marito però continua a dare a me la responsabilità. Lui e' sempre nervoso, agitato, non riesce a stare fermo, parla sempre di lavoro (non lavora in un ambiente tranquillo). Ha avuto una storia dopo due anni che ci siamo sposati e l’ho perdonato. A quel punto l’idea di essere tradita mi ha ossessionata.
Lui non e' originario della mia citta' e troppo spesso con la scusa che deve staccare dal lavoro scappa dalla sua famiglia di origine. E’ morbosamente attaccato a sua madre che lo allontana da me.
Le nostre decisioni che dovremmo prendere insieme in realtà sono prese sempre solo da sua madre e dai suoi fratelli. Ultimamente non dorme bene. Spesso ha mal di stomaco (probabilmente dovuto allo strss)e allora si agita fino ad avere crisi di panico. Io ho paura che possa avere un infarto anche se in effetti non ha nemmeno quarant’anni. Non beve non fuma e non si droga ma mi capita spesso di sentirlo parlare da solo, o almeno così mi sembra.
Mi chiedo spesso chi abbia sposato.
Posso stare tranquilla o e' il caso di pensare ad un allontanamento? Mi sento sola perche' lui non parla, non accetta un colloquio con un psicologo e dice che e' solo nervoso perche' vuole un figlio che non arriva e il lavoro non va bene. Cosa devo fare io? Grazie.

Cosa deve fare lei? Portare questa domanda ad alcuni incontri con uno psicoterapeuta che la accompagni in una messa a punto di chi lei sia in questo periodo della sua vita di che cosa effettivamente lei desideri.

( risponde la dott.ssa Emanuela Marangon )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di depressione per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni