Pubblicità

Depressione (000571)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 107 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carlotta, 19 anni

Sono una ragazza di 19 anni. Al ritorno da un viaggio, sono tornata a casa e la mia vita è cambiata...è cominciata la mia depressione che dura da circa 3 mesi. Prima il rapporto difficile con il cibo a causa di un ragazzo che mi piace, poi la ricerca di cambiamento nello studio, la domanda sempre più ricorrente sulle mie scelte di vita se giuste o meno, poi lo stare da sola, lo stare male, la fobia delle malattie e della morte, gli attacchi di panico, la sensazione di essere sbagliata, e di non farcela, la confusione mentale, la sensazione sempre più concreta che io stia impazzendo, non ho nemmeno più voglia di uscire, di fare l'amore con il mio ragazzo...non riesco nemmeno più a rapportarmi con le persone, ho paura di loro, di sembrare idiota, brutta, inopportuna... non trovo un motivo per vivere, vedo tutto nero! Eppure sono una bella ragazza, i soldi non mi mancano,e nemmeno il sostegno e l'affetto della mia splendida famiglia... mi aiuti per favore!

Carlotta, mi sembra di capire che il viaggio che hai fatto ha messo in moto in te l’idea di un cambiamento. Non so dove tu sia stata, e non so che sfera in particolare riguardi il tuo desiderio di cambiamento, ma evidentemente qualche tua sicurezza o qualche schema dev’essere saltato. Accade in seguito a viaggi importanti, quando per esempio si entra in contatto con culture diverse e modi di vita diversi…. Ci si confronta con altro e quello in cui si è sempre creduto e per cui anche ci si è battuti, può rischiare di saltare. In fondo i viaggi, dentro e fuori di noi, servono a questo; e guai se così non fosse: per crescere bisogna confrontarsi e avere il coraggio di cambiare. Altrimenti si resta fermi, fissi, sempre uguali a se stessi. Solo che quando si è in procinto di fare un cambiamento nella propria vita, spesso si cade in crisi, perché cambiare fa paura, perché non è affatto facile e si deve rimettere tutto in gioco. La depressione di cui parli potrebbe avere a che fare con questo. Sto azzardando un’ipotesi, ovviamente, sulla base di quanto mi arriva dalle tue parole…. Ma secondo me tu hai toccato con mano il tuo desiderio di cambiare, o qualcosa o qualcuno verso cui ti senti fortemente attratta…..ma non riesci ancora a dirigerti in quella direzione, o non del tutto. E questo potrebbe farti sentire male. Se c’è qualcosa di vero in quello che sto dicendo, cerca di ascoltare bene i tuoi desideri e non soffocarli per paura; se vai contro te stessa, non puoi stare bene. E non credo possa aiutarti pensare di essere caduta nel baratro nero della depressione; ricordati che i momenti di crisi sono necessari al cambiamento e alla crescita, e non si distinguono sostanzialmente dalla “depressione” se non per la loro durata, ovviamente più breve.
Non esitare, eventualmente, a chiedere l’aiuto di una psicoterapia se vedi che da sola non riesci a venirne fuori.

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di crescita personale per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

News Letters

0
condivisioni