Pubblicità

depressione (44115)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 249 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Pierangela, 34anni (4.10.2001)

Spesso mi domando il perche' di questi miei stati depressivi quando la vita mi sorride sotto molti aspetti: lavoro molto e anche se non è proprio cio' che volevo fare(il medico) meno male che c'e' e mi aiuta a distrarmi dalla tristezza della solitudine sentimentale.
Ho sempre storie sbagliate con ragazzi immaturi, che mi feriscono con il loro egoismo e non capisco perche' mi lascio trattare cosi male come se non valessi nulla, mentre so di essere una ragazza in gamba, che se la cava in tutto e da sola... eppure anche con l'ultimo ragazzo non riesco a staccarmi e sto male senza di lui, dopo periodi di allontanamento perchè non ne posso piu', torno sui miei passi... non è paura di restare sola, ci sono abituata, ma mi manca anche quel poco che mi elemosina. Vorrei essere piu' forte e decisa come lo sono nel lavoro, con gli amici e familiari, ma non ci riesco.
Ho la mia liberta', viaggio spesso perche' è uno dei miei interessi preferiti, ho numerose amicizie anche profonde e durature che mi aiutano spesso nei momenti piu' difficili. Ho dedicato gran parte della mia esistenza a seguire la mia famiglia perche' mio padre era sempre malato, ho assecondato spesso i loro desideri a discapito della mia realizzazione personale ma ormai cio' che e' fatto e' fatto e non posso piu' tornare indietro, forse lo rifarei perche'li ho visti felici grazie a me, ma ora sono io a non essere felice. Devo cambiare, ma da dove iniziare? Niente e' indolore, ma non e' possibile continuare a star cosi male.

Cara Pierangela, forse dovresti andare a fondo nell'esplorare questa scelta di uomini immaturi ed egoisti. Di certo ha un senso per te che, se anche vivi in senso negativo, ha motivazioni psicologiche ed emotive importanti. Ti faccio un esempio per spiegarti: da bambina una donna impara a sacrificarsi e a non valorizzarsi all'interno della famiglia d'origine in quanto gli altri le dicono continuamente che "va bene solo se obbedisce e si dà da fare per gli altri". Da grande fa scelte sentimentali cercando conferme di questa "convinzione" infantile, certa che solo se si sacrifica sarà amata.
Questo è un esempio generico per spiegare che nella scelta di un partner possono essere presenti pensieri, emozioni, paure, ecc. di cui la persona è inconsapevole e che interferiscono con i desideri coscienti di un certo tipo di rapporto. Comincia a scavare dentro di te in questo senso e vedi cosa ne viene fuori.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

La cronicità di una depression…

Arianna, 46 anni     Buongiorno, ho una lunga storia pregressa di disturbo depressivo (con lieve dissociazione), di cui 16 anni inclusivi di di...

Attacchi di Panico (1575078292…

helga, 48 anni     Soffro di attacchi di panico incontrollabili, ansia incontrollabile e angoscia crescente e costante. Paura incontrollabile...

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Area Professionale

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

News Letters

0
condivisioni