Pubblicità

depressione (44353)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 252 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carmen, 29anni (9.10.2001)

Mio marito soffre di crisi depressive:non so se cio che è successo qualche mese sia la conseguenza della depressione.Dopo aver subito un intervento chirurgico(cisti ovarica)lui ha iniziato a farmi i dispetti in casa e quando si usciva litigavamo perchè lui mi metteva in difficoltà,soprattutto se ci fermavamo con amici.
A un certo punto,dopo un'ennesima lite ha deciso di lasciarmi,ma non solo:ha infangato il mio nome dicendo che mi aveva trovato a letto col suo amico,che non facevo altro che andare in giro,senza svolgere le faccende domestiche e cosi via.Adesso è pentito e vuole tornare con me ma io ho paura:dopo questo episodio,tornare con lui,mi terrorizza.Ho paura di episodi simili in futuro.Si può guarire dalla depressione?
Vale la pena dargli un'altra possibilità? Potrebbe verificarsi,in futuro,un episodio simile? Come comportarsi di fronte a questi casi? Un'altra cosa che ho dimenticato di sottolineare è che lui la prima crisi depressiva che ha avuto è stata curata in ospedale con diagnosi:eccitamento dell'umore-atteggiamenti maniacali.Inoltre anche la madre soffre di queste patologie anche se in forma lieve.Potrebbe essere un problema ereditario? La ringrazio sperando al più presto in una vostra risposta.

Cara Carmen, quello di cui tuo marito soffre mi sembra decisamente un problema più complesso di una semplice crisi depressiva; molto "intricata" è la possibilità di risoluzione immediata; dovrebbe sicuramente seguire un iter psicoterapeutico, che quantomeno contenga nel dilagare questo disturbo.
Per quel che ti riguarda, hai davanti una scelta: andartene per la tua strada, rassegnandoti a ciclici ritorni, a cui dovrai rispondere con coerente fermezza; accettare di nuovo quest'uomo nella tua vita, ma con la responsabile consapevolezza che potrebbe peggiorare.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

La cronicità di una depression…

Arianna, 46 anni     Buongiorno, ho una lunga storia pregressa di disturbo depressivo (con lieve dissociazione), di cui 16 anni inclusivi di di...

Attacchi di Panico (1575078292…

helga, 48 anni     Soffro di attacchi di panico incontrollabili, ansia incontrollabile e angoscia crescente e costante. Paura incontrollabile...

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Area Professionale

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scatur...

News Letters

0
condivisioni