Pubblicità

depressione (44353)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 296 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carmen, 29anni (9.10.2001)

Mio marito soffre di crisi depressive:non so se cio che è successo qualche mese sia la conseguenza della depressione.Dopo aver subito un intervento chirurgico(cisti ovarica)lui ha iniziato a farmi i dispetti in casa e quando si usciva litigavamo perchè lui mi metteva in difficoltà,soprattutto se ci fermavamo con amici.
A un certo punto,dopo un'ennesima lite ha deciso di lasciarmi,ma non solo:ha infangato il mio nome dicendo che mi aveva trovato a letto col suo amico,che non facevo altro che andare in giro,senza svolgere le faccende domestiche e cosi via.Adesso è pentito e vuole tornare con me ma io ho paura:dopo questo episodio,tornare con lui,mi terrorizza.Ho paura di episodi simili in futuro.Si può guarire dalla depressione?
Vale la pena dargli un'altra possibilità? Potrebbe verificarsi,in futuro,un episodio simile? Come comportarsi di fronte a questi casi? Un'altra cosa che ho dimenticato di sottolineare è che lui la prima crisi depressiva che ha avuto è stata curata in ospedale con diagnosi:eccitamento dell'umore-atteggiamenti maniacali.Inoltre anche la madre soffre di queste patologie anche se in forma lieve.Potrebbe essere un problema ereditario? La ringrazio sperando al più presto in una vostra risposta.

Cara Carmen, quello di cui tuo marito soffre mi sembra decisamente un problema più complesso di una semplice crisi depressiva; molto "intricata" è la possibilità di risoluzione immediata; dovrebbe sicuramente seguire un iter psicoterapeutico, che quantomeno contenga nel dilagare questo disturbo.
Per quel che ti riguarda, hai davanti una scelta: andartene per la tua strada, rassegnandoti a ciclici ritorni, a cui dovrai rispondere con coerente fermezza; accettare di nuovo quest'uomo nella tua vita, ma con la responsabile consapevolezza che potrebbe peggiorare.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni