Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Depressione amorosa (127553)

on . Postato in Depressione | Letto 81 volte

Alberto 32

Salve, ho 32 anni e sono appena uscito da una relazione durata 6 anni. Per essere precisi sono stato lasciato perchè lei prova qualcosa per un altro. La stessa cosa mi è successa in precedenza, dopo un periodo altrettanto lungo: lei si innamora di un altro e mi lascia. Ho riflettuto a lungo su di me sui rapporti che instauro e di come li porto avanti. Ho notato delle costanti ovviamente in entrambi i rapporti. Dopo un periodo di passione estrema, tendo ad allontanarmi dal mio partner, anche in maniera fisica: in entrambe le relazioni ho dovuto cambiatre città. Nel rapporto a distanza dopo un po' di tempo arrivo a desiderare di esser single, nonostante riesca a portare avanti il rapporto normalmente, o quasi. Dico quasi, perchè poi comincio ad essere incostante, a non considerare più la mia partner, a trascurarla, come se volessi che lei andasse via. Chiaramente ciò avviene. Iin entrambi i casi è avvenuto che oltre all'abbandono c'è stata anche la sostituzione, cioè c'era un'altra persona. Di fronte a questa situazione crollo. Comincio a pentirmi del mio comportamento. Ho rimorsi. Mi viene l'ansia, piccoli attacchi di panico e depressione. Dopo la prima volta che questo m'è successo pensavo di aver capito quali erano i miei errori. Ora però mi ritrovo a provare le stesse cose di fronte alla stessa identica situazione che, non totalmente, ma in parte ho generato io col mio comportamento. Credo che questo abbia a che fare con qualche fobia antica. Qualcosa di irrisolto nel mio passato. Dico questo da completo ignorante in materia, e per questo chiedo un vostro consiglio. Grazie

Caro Alberto, sarà che io lavoro principalmente sul presente con i miei pazienti, ma diffido molto dal ricercare questo tuo atteggiamento in qualche delusione vecchia anche perché, le tue relazioni sentimentali saranno iniziate da una decina di anni al massimo e tutt’al più potresti lavorare sulla relazione che hai visto avere dai tuoi genitori. Secondo me il problema è nel tuo comportamento che, segue un pensiero del quale non sei totalmente consapevole: perché ti allontani? Perché che sia una conseguenza al partner o l’inizio di tutto, è poi da qui che parte il problema finale a parer mio. Quindi io andrei a verificare quali sono i tuoi reali desideri, le tue paure, le tue aspettative e ti guiderei nel seguire tali obiettivi senza perderti. Niente di così atavico come vedi! Per quanto riguarda la depressione, beh quando si è lasciati si soffre, è normale e forse sarebbe più patologico il contrario!


(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 07/11/08 Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di crescita personale per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters