Pubblicità

Depressione paura (23122014)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 439 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lilili, 27 (165550)

La mia Storia: salveee! ho deciso di scrivere su questa pagina, perché chiedo disperatamente aiuto.
Sto iniziando ad avere paura, vivo stati di ansia che mi portano a chiudermi in me stessa, a comportarmi in maniera strana con me ma anche con chi mi sta intorno!
Io non ho mai avuto questi problemi e successo tutto all'improvviso.
Ha inizio tutto 4 anni fa, quando mia madre ha scoperto che mio padre aveva un'altra. Liti, liti e solo liti. Urla, insulti, di tutto e di più.
Mio padre davanti all'evidenza ha sempre negato tutto e mia madre molto legata a lui e per paura di perderlo lo ha perdonato.
Successivamente, ripetutamente mia madre scopriva sempre tutto e l'ha ribeccato! e di nuovo la guerra dentro casa.
Ultimamente stessa e identica cosa, con la differenza che stavolta a beccarlo sono stata anche io.
Mia madre voleva porre fine a tutto, ma alle sue scuse lo ha perdonato nuovamente! da allora non è successo più nulla. Ma lei sta sempre col dubbio, sta male, piange spesso, ha cambiamenti d'umore improvvisi.
Io che vivo tutto questo, sto più male di lei. vorreiii morire per non vedere e sentire più nulla. Io ho già i miei problemi.
Con il lavoro, economici. Ho un ragazzo col quale vorrei sistemarmi; ma non ha nemmeno un lavoro e questa è un'altra cosa che mi demoralizza.
Chiedo aiuto non so più che fare; vorrei addormentarmi e non svegliarmi più.
Ho paura la mattina appena apro gli occhi, perché non so cosa possa accadermi.
Sto soffrendo da morire, vivo ogni giorno con la palpitazione sono spaventata.
Aiutatemi, cosa devo fare???

 

Ciao lilili. Capisco quello che stai provando. Ti senti sprofondare mentre il mondo ti implode addosso! Purtroppo la situazione che descrivi non è rara. E purtroppo da sola non è facile affrontarla. Proviamoci. Innanzitutto dovresti guardare un po' te stessa allo specchio. Ti vedi? Sei grande. Non hai bisogno che mamma e papà facciano finta di volersi bene come nella "casa del mulino bianco". Sei grande e puoi capire che i rapporti tra le persone, a volte, non sono semplici. E che a volte, pur di non restare soli, si scende a compromessi che fanno soffrire più di quanto farebbe soffrire trovare il coraggio di mollare tutto e andare via.
Non puoi entrare nel rapporto tra i tuoi genitori. Tantomeno puoi fare qualcosa per sistemare le cose.
Non puoi soffrire più di tua madre, perché è il suo matrimonio che va in frantumi, non il tuo. Quindi, sposta l'attenzione su di te e fai di tutto per realizzare i tuoi sogni.
Certo che soffri, per carità! Ma hai una vita che è tua e non dei tuoi genitori e non puoi caricarti dei loro problemi, perché finiresti per soccombere, rovinandoti.
Detto questo e vista la tua fragilità in questo momento, ti suggerisco di rivolgerti ad un collega della tua zona.
Sono certa che con un percorso breve e mirato, vedrai le cose con occhi diversi e le vivrai con maggiore consapevolezza e serenità.

(Risponde la dott.ssa Agnese Tiziana Magno)

 

Pubblicato in data 23/12/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Confabulazioni

La confabulazione è un sintomo frequente in alcune malattie psichiatriche, dovuto alla falsificazione dei ricordi. Questa sintomatologia clinica è mostrata da ...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni