Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Depressione/ossessioni (8888)

on . Postato in Depressione | Letto 39 volte

Rosario, 30 anni

Gentili dottori,
vi scrivo per cercare una risposta su un problema che ormai mi assilla da un po di tempo e che mi sta condizionando la vita in modo negativo.
Mi chiamo Rosario ho 30 anni, lavoro come istruttore in un'autoscuola, sono fidanzato con una splendida ragazza di cui son sicuro di essere innamorato.
Ma da un po di tempo ormai non riesco a capire cosa mi stia succedendo. Nella mia testa si è presentato un pensiero tanto brutto e insistente che mi ha fatto pensare più volte di essere completamente pazzo.
Il pensiero in questione è che un giorno dovrò morire e quindi tutto quello che faccio è completamente inutile.
Collegati a questo pensiero se ne presentano altri tipo "se un giorno si dovrà morire come potrò mai essere felice in questa vita se essa finirà".
Non servono a nulla i miei tentativi di tranquillizzarmi, a pensare che la vita è bella, che amo la mia ragazza e tutto quello che faccio. è come se il pensiero della fine annullasse tutto quello che c'è di bello, come se per me non contasse più nulla perchè "tanto dovrà finire per me e per quelli che amo".
Io non voglio star cosi è una cosa che non accetto, ma quando mi prende il pensiero inizio a star giu, a sudare copiosamente, ad avere una paura e un'angoscia che non sopporto.
Ho paura, ormai non riesco ad aggrapparmi a nulla per essere un po piu tranquillo, e il bello/brutto è che non capisco come tutto ciò sia potuto succedere.
Sono destinato ad essere un infelice senza la possibilità di godermi serenamente la vita perchè il pensiero della morte annulla tutto? no non può essere cosi, io lo so, ma i pensieri a volte son trppo forti! Un cordiale saluto nella speranza di una vostra risposta

Lei deve cercare di ricordare in quale circostanza è apparso per la prima volta il pensiero che la ossessiona , la circostanza che lo ha fatto scatenare: ci sono alla base dei contenuti da sviluppare rispetto ai quali la invito a notare come non sia per niente casuale l’ ambivalenza che lei esprime nel passaggio in cui dice ” e il bello/brutto è” ... le consiglio di farsi aiutare da uno psicanalista.

( risponde la dott.ssa Emanuela Marangon )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di depressione per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

News Letters