Pubblicità

elaborazione lutto traumatico (153658)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 359 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Clara, 27

Gentile dottoressa,
frequento un ragazzo da sei mesi nei quali il mio iniziale interesse si è trasformato in un sentimento più profondo. Lui purtroppo ha subito un grave lutto, poichè è rimasto coinvolto senza colpa alcina in un incidente d'auto in cui era lui a condurre il veicolo in cui la sua fidanzata ha perso la vita. Sono passati 7 anni. E' per me chiaramente molto complesso affrontare il tema con lui, poichè ho una grande paura di cagionargli un dolore o riportare a galla delle emozioni che non so bene se sia lui o io a temere. Dal conto suo lui si mostra sereno sebbene non parli mai dell'accaduto che si limita a definire come"quello è il passato". Io temo che il gap comunicativo che si stà creando e l'accrescersi della mia preoccupazione personale (temo un fantasma che non conosco e di cui non sò nulla con cui non posso combattere e il cui legame non posso in alcun modo scindere)possa compromettere un intero rapporto. Di contro da donna il rinvenimento delle foto della fidanzata nel suo portafoglio mi ha profondamente ferito, con conseguente senso di tradimento subito più senso di vergogna per non essere all'altezza di comprendere ed accettare un trauma tanto orribile. La mia domanda è molto egoistica e me ne scuso: si ama per sempre una persona che ci è portata via? è corretto affrontare il tema o posso fargli del male?

Gentile Clara,
non è facile capire se  il suo ragazzo ami ancora la sua "fidanzata" o soffra di un grande senso di colpa nei confronti della vittima di un incidente nel quale era lui a guidare. Credo che effettivamente questi siano problemi del suo ragazzo, forse sarebbe meglio per lei riflettere su quanto sia per lei difficile e doloroso confrontarsi con un'altra donna, viva o morta, attuale o futura. Il dubbio che mi viene, ma non ho dati, è che lei tema di non essere adeguata, che veda fantasmi (che sovente ci sono) con i quali non si sente in grado di competere....Queste sono solo supposizioni, ma è frequente il caso in cui una donna si senta "non all'altezza....inadeguata...insufficiente....incapace di sopportare confronti...".
Se posso permettermi, le suggerirei un colloquio con uno psicoterapeuta (iscritto all'ordine degli psicologi della sua regione) per approfondire gli aspetti che riguardano lei e il  disagio suo e non focalizzare l'attenzione su quanto il suo ragazzo dice essere il "passato".
Auguri e saluti.
S. Bertini

 

(Risponde la Dott.ssa Susanna Bertini)

 

Pubblicato in data 23/05/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Abulia

abulia deriva Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. L'abulia si riferisce sia ad un disturbo dell’a...

News Letters

0
condivisioni