Pubblicità

gravidanza (44133)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 326 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco, 30anni (4.10.2001)

Salve...Siamo una coppia sposata da 2 anni.Io ho 30 anni e mia moglie 29, e vorremmo avere un figlio. Il problema è che mia moglie soffre di depressione, anche se per fortuna riesce a condurre una vita normale assumendo ogni giorno una pastiglia di Mutabon Mite antidepressivo e qualche goccia di Lorans (ansiolitico), che le permettono sia di evitare crisi depressive che di tamponare gli attacchi d'ansia cui andava incontro prima della cura.
Sappiamo che i medicinali che lei assume sono controindicati in gravidanza, perciò non sappiamo cosa fare, perchè se lei decidesse di sospendere la cura per qualche mese per avere un bambino potrebbe ricadere in depressione, ma se non lo fa non potremo mai avere figli, e questo ci angustia moltissimo.
C'è una via d'uscita? Terapie alternative che aiutino mia moglie a stare bene e che non siano controindicate in gravidanza?
Per esempio abbiamo sentito parlare bene dei 'Fiori di Bach', che però sappiamo non essere una cura 'scientifica': sono una fregatura o potrebbe essere una strada percorribile?
Grazie per la disponibilità e buon lavoro.

Caro Marco la via d'uscita è la psicoterapia, non solo perché volete avere un figlio ma, soprattutto per il benessere di tua moglie. Con la psicoterapia il soggetto ha la possibilità di essere parte attiva nel raggiungimento dell'obiettivo prefissato al momento del contratto terapeutico. Mettersi in gioco (questo non avviene con la terapia farmacologica) permette alla persona di ottenere benefici di gran lunga superiori alla sola terapia farmacologica.
Secondo il mio punto di vista le medicine possono risultare, in alcuni casi, indispensabili all'inizio del manifestarsi della patologia o in associazione ad una psicoterapia. La prima cosa da fare, se decidete di seguire il mio suggerimento, è comunicare la decisione allo specialista che ha in cura tua moglie. Se è una persona collaborativa sarà lui stesso a fornirvi il nominativo di un bravo psicoterapeuta altrimenti provate a chiedere al medico di famiglia o a consultare il ns sito. In base alle reali condizioni psicologiche di tua moglie può darsi, come già accennavo che, all'inizio, sarà necessaria l'integrazione dei due trattamenti
Auguri

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

News Letters

0
condivisioni