Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Lutto e solitudine (127605)

on . Postato in Depressione | Letto 74 volte

Y. 21

Salve, un anno fa ho perso una persona a cui ero molto affezzionata, per un tumore. Sembrava che mi fossi ripresa dallo schock, anche grazie all'aiuto di alcune amiche, invece, da qualche settimana ci sono ricascata. Mi pare che forse sto soffrendo di più, sono all'università, l'anno prossimo mi laureo, ma non riesco più a studiare, sono una persona che generalmente non parla dei suoi problemi, di quelle che si tengono tutto dentro. Stavolta però ho cercato di parlare con le amiche. Mi hanno ascoltato, ma logicamente mi hanno aiutato fino ad un certo punto, ora però ho paura di trovarmi sola. Tendenzialmente sono una persona allegra, sempre sorridente, ed ora che sto male, che ho una faccia addolorata, sempre triste, ho paura che mi evitino, che stiano lontano da me perchè non sono di compagnia. Ho già avuto un avvisaglia, non le voglio perdere, ho gia perso troppo, voglio tornare ad essere felice, a studiare, ad essere la persona "matta" che ero prima. Sono stanca di piangere, però non ci riesco, ed adesso è ancora peggio perchè ho paura di perdere le amicizie più care che ho. Vorrei solo un consiglio su cosa posso fare, su come posso comportarmi.

Cara Y, l’elaborazione di un lutto richiede del tempo e spesso ci sono delle “ricadute”, per esempio in concomitanza con l’anniversario. Non stupisce quindi che tu possa provare ancora un dolore così forte. Certo, se vedi che non riesci a fartene una ragione e che la tua situazione interiore non evolve in qualche modo, allora potresti considerare di rivolgerti ad uno psicoterapeuta che ti aiuti in questa difficile elaborazione. Per quanto riguarda la tua paura di perdere le amicizie perché non sei allegra e spensierata come una volta, beh, mi viene da pensare che si tratti di un falso problema, nel senso che credo che un’amicizia vera non possa risentire di questo; se le persone si allontanano perché non riescono a rapportarsi al tuo dolore, o hanno dei seri problemi rispetto al dolore, o non sono delle vere amicizie. Probabilmente si tratta di una tua paura, forse credi di doverle in qualche modo conquistare le amicizie, facendo qualche salto mortale o qualche piroetta, ma se una persona ti è veramente amica sa benissimo come sei fatta e non serve che tu sia altro da quello che realmente sei. Ripeto, probabilmente questa tua convinzione dipende da qualche tuo problema di insicurezza, che eventualmente potresti cercare di affrontare, da sola o con l’aiuto di un terapeuta. Inoltre ricordati che su tematiche come la morte, è molto difficile trovare persone che possano veramente condividere il tuo dolore. Nessuno riesce veramente a capire e a condividere, a meno che non ne venga toccato direttamente. Sentirsi soli in questo tipo di dolore e spesso incompresi, è una cosa piuttosto comune. Tienine conto.

risponde la Dott.ssa Elisabetta Corberi)

Pubblicato in data 06/11/08 Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di crescita personale per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Attaccamento

“Ogni individuo costruisce modelli operativi del mondo e di se stesso in esso, con l’aiuto dei quali percepisce gli avvenimenti, prevede il futuro e costruisce ...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e persistenti del cont...

News Letters