Pubblicità

Malessere nel vivere (006176)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 97 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco B., 36 anni

Ho sempre avuto il desiderio di sposarmi, e di avere una famiglia. Ma il mio modo di essere me lo impedisce. Non riesco a vivere solo, quando non ho nessuno non riesco a lavorare, non riesco a fare niente.
Spesso mi capita di avere relazioni con persone solo per lenire la mia solitudine (e ovviamente faccio danni a me e a chi mi stà di fronte). Spesso mi capita di volere solo dormire. Passo giorni interi senza mangare, oppure mangiando schifezze preso da raptus di fame. A volte mi prendono periodi di 3 o 4 giorni di alcolismo forte.
Sono consapevole di avere dei problemi, e vorrei aiutarmi.
Ma non so a chi rivolgermi. Andai da una psicoterapeuta, ma interruppi subito quando mi assegnò una cura farmacologica, vorrei risolvermeli io i problemi, non sedarli con farmaci.... ma forse sbaglio.


Caro Marco, non mi sembra che sbagli nel desiderare di risolvere i tuoi problemi con le tue risorse.
I farmaci, ovviamente secondo chi ti scrive, vanno utilizzati quando non se ne può fare a meno, dunque in situazioni di rischio per la persona in cura o per le persone che gli stanno vicino. In caso contrario, il farmaco non solo è inutile, ma è controproducente perchè seda i sintomi ma anche il movimento interno alla persona, e soprattutto induce il pensiero, in chi ne fa uso, che la problematica sia legata alla chimica piuttosto che alla propria psiche. Insomma, il farmaco difficilmente cura.
Piuttosto mette un tappo (provvisorio) alle emozioni e al proprio sentire. Perciò, come psicoterapeuta, condivido la tua scelta. Ma sempre come psicoterapeuta ti consiglio vivamente di trovarti un altro riferimento terapeutico, magari puoi cercare una persona che faccia analisi junghiana, o di altro tipo, ma psicanalisi, che è un lavoro che va in profondità... e solitamente chi appartiene a questo riferimento teorico non ricorre ad aiuti farmacologici.
Dunque Marco, prova a cercare un nuovo terapeuta, che sia una persona che ti ispira fiducia, che ti piace. Perchè proprio da soli non è facile risolvere i problemi di tipo psicologico, c'è bisogno di uno specchio, di un confronto, di una relazione.
E il lavoro di psicoterapia o di analisi è prima di tutto una relazione, molto particolare certo, ma si tratta di relazione profonda.
Per questo è importante cercarsi una persona adatta. Non so dove abiti e non posso quindi darti eventualmente dei riferimenti. Puoi guardare sul sito Psicologi Italiani (collegato a questo di psiconline) o domandare ad amici e conoscenti nella tua città.
Ma fallo, perchè quando si decide di affrontare i propri problemi e dunque di prendere in mano la propria vita, bisogna cogliere al volo l'opportunità che ci si sta regalando.
Non perdere tempo e inizia la tua ricerca.

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di depressione per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Longininfismo

Carattere degli organi sessuali femminili determinato da un grande sviluppo delle piccole labbra (o ninfe), le quali protendono all’esterno delle grandi labbra ...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni