Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Suicidio (1455)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 71 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Liusa, 26 anni

Penso al suicidio e mi sento subito sollevata da tutto. Tutti i giorni penso a come farlo. Avevo già scritto su questo sito, sperando in un consiglio, un conforto. Non l'ho mai detto a nessuno. La fonte delle mie ansie credo sia dovuta al rapporto di convivenza che sto vivendo da qualche anno. Lui è separato e ha un figlio piccolo, che vede solo una volta al mese, sempre con me.
Mi fa male il pensiero di passare le mie poche ferie con questa creatura che non è mia, mi fa male il pensiero ogni mese di dover partire e andare via per vederlo. Ho fatto i salti mortali per il mio compagno...lo amo moltissimo, ma ogni volta che dice "mio figlio" mi si chiude lo stomaco e vorrei morire. Non pensavo di reagire così, pensavo di riuscire a sopportare tutto ciò, ma il fuuro mi è ancora più oscuro, la famiglia allargata è un pensiero che non riesco a sopportare. Credo poco al legame di sangue, credo che i figli siano di chi licresce, credo che sia una bella presa in giro per tutti questo rapporto con il bambino che non ha mai visto i genitori insieme, e che viene sbattutto come un pacco postale. E' molto attaccato a me, e questo mi fa ancora più male. Se lui volesse tornare con l' ex moglie per il bambino ne sarei felice, quella sarebbe la cosa migliore per il piccolo. Così invece per me è solo una farsa che mi fa vomitare.
Aiutatemi ad avere pensieri più tranquilli e ditemi qualcosa che mi aiuti a vivere meglio questa situazione, non voglio lasciarlo, ma sono disperata allo stesso tempo senza poterne parlare con lui perchè l'argomento è tabù. Penso al suicidio e mi sento subito sollevata da tutto. Aiuto

Cara Luisa, mi stupisce che tu stia così male quando pensi che i rapporti non si debbano basare sui legami di sangue, ma sia importante la vita e le esperienze insieme. Non spieghi chiaramente cosa in questa situazione ti è insostenibile. E' il fatto che senti il tuo compagno legato al suo bambino e quindi ad un passato che t'infastidisce? Non riesci a trovare un equilibrio nel rapporto con questo bimbo, non sai bene chi sei tu per lui?
Pensi che il legame con il figlio allontani il tuo compagno da te e dai progetti futuri insieme? Ti sembra che il tuo compagno dia al bambino delle attenzioni che a te non dà e che invece vorresti? Attenta a non fraintendere le emozioni e ad essere chiara con te stessa. Se il rapporto tra voi fosse sereno e complice, non vivresti queste angosce ma cercheresti con lui un assestamento nel rapporto a tre. Forse c'è qualcosa che non ti stai dicendo? Dici di amare questa persona tantissimo, ma non riesci ad accettare la presenza di un essere umano che lui ama, non ti sembra un assurdo?! E poi come mai non se ne può parlare?
Io credo che sia importante comunicare il proprio disagio e confrontarsi con il partner; hai provato ad essere diretta e aperta con lui, spiegandogli quali sono le tue ansie e i tuoi timori? Comincia focalizzandosi su te stessa e cercando di capire le ragioni profonde, emotive e psicologiche, di questo rifiuto, potrebbe essere utile per affrontare con più serenità la situazione.

( risponde la dott.ssa Raffaella Luciani )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di depressione per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Paura di stare soli (153061543…

Alice, 25     Buongiorno, tra qualche mese andrò a convivere con il mio ragazzo ma quando ci penso non riesco a stare tranquilla. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

News Letters

0
condivisioni