Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Umore alterno (003037)

on . Postato in Depressione | Letto 95 volte

Anna, 30 anni

Salve. Ho 30 anni e ancora (nonostante la laurea!) non ho un lavoro. Faccio pratica legale e...basta. Il mio problema è dato da sbalzi d'umore nell'arco della stessa giornata e anche di pochi minuti. Premetto: non ho molta fiducia in me, non ho molta autostima e gli avvenimenti che mi accadono mi condizionano in maniera eccessiva. Se sbaglio qualcosa mi "butto giù" come se non valessi nulla. Da 3 anni sono fidanzata con un ragazzo che mi ama molto e mi vuole sposare, ma io rimando il discorso a quando "...lavorerò e sarò sistemata". Il fatto è che all'inizio della nostra storia avevo problemi con i miei perchè lui non è laureato (ma ha un lavoro fisso) io non ho mai dato peso a questo fatto, ma a volte ci penso"..lui non è "pari" a me", come diceva mia madre prima. Poi i miei lo hanno conosciuto ed hanno capito che è un bravissimo ragazzo, responsabile, ecc.. A volte basta una frase del mio ragazzo che io non condivido, un gesto (che a me non piace) o un suo comportamento per... farmi cambiare umore e pensare che è meglio lasciarlo. Io credo di amarlo e forse lo amo più di quanto penso io stessa, nelle cose importanti lui è come io avrei voluto e cercato l'uomo della mia vita, ma...C'è sempre quel MA che mi blocca.. ora è un suo gesto, ora un'espressione, ora addirittura l'aspetto fisico.. a volte lo vedo persino brutto! Oppure la sua famiglia nella quale ho il terrore di entrare a far parte (nessuno è "colto"come potrebbe essere nella mia famiglia dove tutti sono laureati e tutti i miei parenti occupano ottime posizioni lavorative!). Io soffro per questa situazione, perchè, d'altro canto se non prendo una decisione (stare o meno con lui), comunque lo sto illudendo.E' capitato che abbiamo litigato ed io ho rimesso in discussione un pò tutto. Lui mi ha detto che non sono felice con lui se parlo in un certo modo e che tutto quello che fa non mi rende felice perchè io metto ogni suo comportamento in discussione e lo critico. In quell'occasione stavo per lasciarlo, ma non ce l'ho fatta. Mi sono sentita morire. Non so se sono riuscita a spiegare tutto esaurientemente. Comunque grazie per l'attenzione.

Cara Anna, gli sbalzi d' umore sono tipici di una sintomatologia da stress. Sei confusa e nervosa vorresti tutto e il contrario di tutto. Molto della tua insoddisfazione nasce da una mancata realizzazione professionale, che svilisce chiunque si trova ad affrontare un periodo eccesivo di latenza tra la laurea e la fase produttiva. Non allarmarti perciò più di tanto; sono disturbi di passaggio e che scompariranno non appena avrai incominciato a realizzare qualcosa di più fattivo.
Per quel riguarda la relazione con il tuo ragazzo, sarà banale, ma devi leggere profondamente nei tuoi sentimenti. Quello che rende infatti speciale ogni rapporto ed accettabile il suo prosieguo è la limpidezza di un innamoramento che non teme alcunchè. Altrimenti rischia di essere un compromesso che non giova a nessuno. Meglio quindi lasciarsi e dare a stessi ed all'altro una possibità di accogliere la felicità da un'altra parte.

( risponde la dott.ssa Lucia Daniela Bosa )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di ansia/stress per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Abuso narcisistico in famiglia…

Apocalisse, 38     Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino. La sua perdita ha generato un totale disfacimento ...

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

News Letters