Pubblicità

Droga (142564)

0
condivisioni

on . Postato in Dipendenze e Abusi | Letto 373 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Stefania 20

Buongiorno, e grazie in anticipo per l'attenzione, spero di riuscire ad essere abbastanza chiara, ma temo non sarà facile perché la situazione in realtà non è ben chiara neanche a me, qunque, è da un po' di tempo che frequento un ragazzo, e di conseguenza a volte esco anche con i suoi amici. Per uno di questi nutro qualcosa che può essere chiamato adorazione allo stato puro, ma non ha niente a che vedere con l'amore, è più che altro un'ammirazione molto forte, ma non positiva. Non so il motivo, e mi vergogno anche ad ammetterlo, perché immagino che non sia normale e non mi era mai successa una cosa simile, né sapevo potesse succedere. Il problema vero, però, è che questo ragazzo non è esattamente un esempio da seguire, e io, invece, lo sto proprio seguendo, tanto che sono arrivata a provare la cocaina, cosa che non mi era mai venuta in mente di fare. Questo circa tre settimane fa, poi ho voluto rifarlo, sia il weekend successivo che quello ancora seguente. La mia idea, molto stupida me ne rendo conto, era che per anni sono riuscita a fumare senza mai diventare dipendente, né sentirne il minimo bisogno, di conseguenza, credevo di avere la fortuna di essere esente da qualsiasi dipendenza, ma a quanto pare non è così, già dopo la prima volta ho cominciato a pensarci, ma ora è come un chiodo fisso. Da alcune notti non riesco neanche a dormire, mi viene un'ansia indescrivibile, sento che devo rifarlo assolutamente, ma proprio per questo non voglio più farlo, l'idea di dover dipendere da qualcosa mi è insopportabile. Non so cosa fare e comincio a essere spaventata, so che se lo rifaccio poi la situazione peggiora, ma non posso neanche continuare in questo modo perché rischio di impazzire. Quindi la mia richiesta è se esiste un qualsiasi modo per distrarsi, per eliminare un pensiero fisso, una tecnica di concentrazione, o un'attività in particolare, o se potrebbe essere utile pensare a qualcosa di preciso, qualsiasi cosa insomma, perché non so se e per quanto potrò resistere da sola. Spero davvero che potrà aiutarmi, perché altrimenti sono sola e non so cosa fare. Grazie!

Cara Stefania, due cose. La prima riguarda ciò che provi per questo ragazzo, questa specie di "ammirazione". Tu ritieni che non sia normale, ma difficilmente le persone fanno cose a-normali, talvolta anche impazzire è normale, oppure rendersi conto sul nascere di una dipendenza. La seconda cosa riguarda proprio il tuo renderti conto che forse stai cominciando ad avere una dipendenza. Ogni dipendenza non nasce dal nulla, non è corretto dire che si ha una predisposizione genetica e dei fattori ambientali la alimentano. Poichè questa affermazione è valida per qualsiasi cosa, in assoluto, dell' "essere umani". Una dipendenza si appoggia a caratteristiche della personalità, bisogni, desideri. Per cui tu hai scoperto che una sostanza soddisfa certi tuoi bisogni. Questo è un dato positivo, poiché è il primo passo per uscirne. Tu chiedi un consiglio, una tecnica per uscirne da sola. Di fatti questa tua richiesta è alquanto strana, poichè puoi adorare qualcuno fino a provare la cocaina ma non puoi stabilire una relazione sana con qualcuno per risolvere un tuo problema. E' un'aspetto molto importante quest'ultimo, che dovresti valutare, invece, proprio con l'aiuto di uno psicologo. Puoi rivolgerti alla ASL oppure ad un professionista privata, di fatti prima ti muoverei verso la ricerca di una relazione d'aiuto, anziché verso la ricerca di una relazione problematica, prima uscirai da questa situazione. Ovviamente una consulenza online non può nutrire l'aspettativa di muovere una persona all'azione il prima possibile, ma nel caso delle dipendenze più tempo trascorre e più problemi nascono. Per cui, il mio consiglio, è di rivolgerti al più presto da qualcuno. Un Saluto ed in bocca al lupo.

(Risponde il Dott. Giusti Massimo)

Pubblicato in data 24/02/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Dipendenza e abusi per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Angoscia [1593361574931]

alex, 41 anni   Salve, ho bisogno tanto di un supporto psicologico, un mental coach sarebbe l'ideale. Vivo con mia madre da sempre, non ho amici, so...

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni