Pubblicità

Tentata violenza (128195)

0
condivisioni

on . Postato in Dipendenze e Abusi | Letto 386 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Valentina 16

Salve, 5 anni fa, ho conosciuto una persona di 35 anni che si è rivelata molto importante per me. Lei è diventata la mia seconda madre ed io, pian piano, sono diventata parte della sua famiglia; sviluppando un rapporto bellissimo con tutti i suoi familiari: sorella, madre, marito, cognati ecc...Quest'estate durante una vacanza, suo marito ha tentato di violentarmi più volte. Non riuscendo più a sopportare la situazione ho deciso di parlare con lei. In un primo momento mi ha creduta, ma dopo parlando con lui tutto è cambiato. Ha creduto lui, perchè lei è una persona molto insicura e, in fin dei conti, lui è pur sempre il padre di sua figlia di soli 2 anni. Lei mi odia, non ne vuole più sapere niente di me e il giorno dopo la confessione mi ha aggredita verbalmente in modo grave...Mi manca, non so più cosa fare. Vorrei parlarle ma non so quale potrebbe essere la sua reazione. Distinti saluti.Valentina.

Cara Valentina, quello che hai subito non è giusto. Soprattutto il non essere stata creduta. Ma è tipico in queste situazioni. I tuoi sanno cosa è accaduto? Hai pensato a fare una denuncia? Inoltre credo che tu adesso abbia bisogno di un supporto psicologico per superare questi eventi che se adesso sembrano ben gestiti, con il tempo riemergeranno sempre di più ad influenzare i tuoi rapporti sia con gli uomini che con le donne. Infine una cosa: cosa ti manca della persone false e grette che ti hanno fatto tanto male? Lasciale perdere, cerca l'aiuto di cui necessiti e vai avanti per la tua strada ringraziando Dio per aver avuto il coraggio di dire la verità e di subirne le conseguenze. In bocca al lupo per tutto.

(risponde la Dott.ssa Agnese Tiziana Magno)

Pubblicato in data 13/12/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di abusi per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

News Letters

0
condivisioni